È la stampa, bellezza (i titoli di martedì 21 XI 2017)

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina martedì 21 novembre 2017 e riassunti da Alessioporcu.it

*

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina martedì 21 novembre 2017 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

provincia-2(direttore Dario Facci)

Gloria, prime ammissioni
Frosinone. L’egiziano in carcere dichiara la proprietà della possibile arma del delitto. La rivelazione nell’udienza per l’incarico peritale sul bastone sequestrato

SINOSSI
Una novità che potrebbe avere un peso importante nel prosieguo dell’attività degli accertamenti investigativi. Le indagini che stanno cercando di fare luce sull’aggressione e successiva morte di Gloria Pompili, ieri pomeriggio hanno fatto registrare due passaggi importanti. Il conferimento dell’incarico per la comparazione del dna. E il fatto che uno degli indagati ha dichiarato la proprietà del bastone che gli inquirenti ritengono sia stato utilizzato nell’aggresisone. Il che non significa che abbia ammesso presunte responsabilità.

 

La ‘bufala’ in televisione
Valle del Sacco. L’abbaglio de Le Iene sulla mozzarella in Ciociaria. I veleni della Valle del Sacco sotto i riflettori de Le Iene. E nel “frullatore” mediatico sono finite anche le mozzarelle di Amaseno. Il vicepresidente della Provincia, Andrea Amata, difende gli allevatori.

Passione e concretezza
Frosinone. Ieri mattina l’insediamento del nuovo Questore di Frosinone, Rosaria Amato. Mi si perdonerà l’irriverenza. Ma mi sento già un po’ figlia di questa terra”. Un pensiero sentito. Espresso con le parole giuste per entrare immediatamente in sintonia con la nuova realtà che la vede protagonista nella guida e gestione della sicurezza pubblica. Rosaria Amato, classe 1966, è il nuovo Questore della provincia di Frosinone.

Alessandro Casinelli confermato alla guida di Federlazio
Frosinone. Ieri pomeriggio l’assemblea degli imprenditori che è coincisa con la presentazione del progetto ‘Go, businiess’. Presente il governatore Zingaretti

Ladri distratti ‘dimenticano’ busta piena di soldi
Frosinone. Derubano una casa in centro ma non notano il denaro

Calcio. Serie B. Frosinone perde anche Citro Per l’Empoli è emergenza
Basket. Serie C. Il Veroli continua a vincere La Scuba frena con il Pass

*

(direttore Stefano Di Scanno)

La malattia può attendere
Cassino. L’unica unità infermieristica è in malattia: si blocca per l’ennesima volta il reparto di Anatomopatologia del “S. Scolastica”. Nevralgico per i pazienti oncologici del Polo D. C’è chi può pagare e va al privato e chi rinuncia a curarsi

 

Una donna a capo della Questura per la prima volta in provincia. Amato: orgogliosa di essere qui
Frosinone. Polizia. Ieri la presentazione

Sulla possibile presidenza tecnica un fronte ampio
Saf e ciclo dei rifiuti. Galli e Gnesi: no a giochi elettorali. Il sindaco di Ceprano: «Impossibie pensare ad una partita a scacchi in funzione delle elezioni. Ora spazio ad una governance di qualità». Il primo cittadino di Pastena, Gnesi: «Bene i consensi trovati dalla proposta di Zimarri e Maddalena»

Grieco rimane al suo posto in sala Di Biasio
Cassino. Il Consiglio di Stato respinge l’ultimo ricorso. Depositato ieri il pronunciamento dei giudici amministrativi a cui Trotta si era rivolto per riformare una precedente sentenza sfavorevole. Sarah Grieco resta
al suo posto. «Le auguro buon lavoro. Rispetto la decisione ma rimango della mia idea»

Casinelli, resta presidente. Zingaretti fa l’ottimista
Federlazio. Ieri a Patrica l’assemblea dell’associazione datoriale. L’imprenditore ricorda i dati incoraggianti sul fronte economico ma sprona le istituzioni affinché le aziende non vengano lasciate sole. Il presidente della Regione appare ottimista affermando che il peggio è dietro le spalle

Basket/Serie B, Virtus a caccia delle posizioni che valgono i play off

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

«E adesso facciamo piazza pulita»
L’affondo di Stirpe. Il presidente del Frosinone alza la voce e chiede l’azzeramento degli organi della Figc
«Oltre a Tavecchio devono andare via anche Ulivieri e Tommasi. Tutti sono colpevoli per quanto è accaduto»

SINOSSI
Una conferenza stampa che potrebbe segnare un passo importante nel futuro del calcio italiano. Durante la presentazione del progetto Tifosy, ieri mattina al “ Benito Stirpe” alla presenza del presidente del Frosinone Maurizio Stirpe, il direttore Marketing & Comunicazioni Rapporti Istituzionali, Salvatore Gualtieri, e il dottor Nicola Verdun in rappresentanza della piattaforma Tifosy, il massimo esponente del club canarino è stato sollecitato per un intervento sulle dimissioni di Carlo Tavecchio da presidente della Figc. Immediata e forte la riposta del patron. «Il problema del calcio italiano, con tutte le sue criticità, non si risolve certo con le sole dimissioni di Tavecchio. Serve una progettualità. Bisogna fare piazza pulita e ripartire da zero. Adesso devono andare via anche tutti gli altri che hanno contribuito a portare così in basso il calcio italiano. Mi riferisco a gente come Tommasi o Ulivieri. In questa nazione si è abituati sempre a cercare un semplice capro espiatorio invece di pensare che bisogna rifondare tutto dalla base ».

La raccolta del vetro è a rischio
Supino. Lo stabilimento Vetreco è vicino alla saturazione. L’allarme lanciato dal numero uno del consorzio CoReVe. All ’origine ci sarebbe un’impasse burocratica. Raggiunti i limiti imposti dalle autorizzazioni della Provincia

Zingaretti: oggi scommettiamo su un Lazio più forte
La visita Il governatore della Regione è stato ieri a Patrica Ha dribblato le domande sulle elezioni: sono qui da presidente

Pd, che traffico! E arriva Renzi
Il fatto. Il treno del segretario nazionale del partito domani ferma in Ciociaria. Destinazione Ferentino, ma non solo. Con lui il ministro Luca Lotti: possibile visita al nuovo stadio di Frosinone. Candidature nei collegi, tutti gli incroci

«La Motorizzazione non si sposti»
Question time Il consigliere regionale Mario Abbruzzese chiede di scongiurare il trasferimento a Roma. «Sarebbe un danno enorme per la provincia di Frosinone che ha già visto perdere altri enti importanti»

Stirpe va giù pesante. Non solo Tavecchio Via anche tutti gli altri
Il presidente: «Per far rinascere il nostro calcio bisogna azzerare ogni carica Sarà fondamentale ripartire da una più equa ripartizione delle risorse»

*

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

Ambufest: utile, ma per pochi
Oltre novemila accessi da luglio 2016, ma non bastano a decongestionare i pronto soccorso. Servizio poco conosciuto mentre l’Asl ha speso 60mila euro per pubblicità su alcune testate locali

SINOSSI
Oltre novemila accessi da luglio del 2016 all’ottobre di quest’anno. Tanti sono stati gli accessi agli ambufest, ambulatori per le cure primarie, di Frosinone, Casino e Sora attivati dalla Asl in collaborazione con i medici di famiglia. Il servizio funziona nei week-end e nei giorni festivi dalle ore 10 alle 19 ed è stato pensato per decongestionare i pronto soccorso dai casi meno gravi, i codici bianchi e verdi. In media all’ambufest del capoluogo si registrano dai 40 ai 50 accessi ogni weekend. Il progetto ha ottenuto il gradimento dei pazienti che lo hanno ritenuto una valida alternativa al pronto soccorso, ma non è riuscito a risolvere il problema delle file interminabili nei reparti di emergenza degli ospedali ciociari

Picchia i vicini per le bandiere, rischia il processo
Monte San Giovanni Campano. Anziano deve rispondere di lesioni e minacce, non voleva quelle aste a confine con il suo terreno

Casinelli confermato alla presidenza: «Segnali di ripresa grazie alle piccole e medie aziende»
Alessandro Casinelli è stato rieletto ieri sera a Patrica, presso Villa Ecetra, presidente di Federlazio Frosinone, l’associazione delle piccole e medie imprese che raccoglie oltre 3200 aziende per un totale di 70.000 occupati e 10 miliardi di euro di fatturato all’anno.

Raccolta del vetro a rischio: è scontro
Allarme dal Consorzio: «Senza l’ok della Provincia la Vetreco di Supino non potrà accogliere più di 18.700 tonnellate al mese». L’ente replica: «Nessuna difficoltà ad aumentare le quantità, ma l’azienda deve rispettare un iter preciso stabilito dalla normativa»

I 5 Stelle con Ottaviani: «Bene la posizione su Saf»
Il sindaco ha ipotizzato l’uscita dalla società. I penta stellati però chiedono controlli sull’appalto rifiuti

Stirpe: «Tifosi, investite sul Frosinone»
Tifosi e appassionati dal 4 dicembre potranno finanziare progetti del club con un investimento minimo di 500 euro. Si punta a raggiungere lasommadi 1,3 milioni. L’invito del patron.

*

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

Battaglia difficile sulla piscina
Sport e politica. Ennesima fumata nera nell’incontro tra società e Nuoto 2000 per risolvere il caso della Open chiusa. Trattativa ad un vicolo cieco con il concessionario, il Comune «spettatore» di una vertenza che dura da mesi

Incendiato il garage di un falegname
Formia L’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. Sul caso stanno indagando i carabinieri. Le prime tracce. Ignoti hanno forzato la saracinesca del magazzino e dato fuoco all’auto dell’artigiano. Paura tra i residenti

Ultimo appello per Ninfa
La Fondazione Caetani chiede lo stop alle captazioni fino al ripristino del livello del lago, che è sceso di un metro e mezzo. La siccità ha stravolto l’habitat del Giardino

*

Il Tempo K2(direttore Gianmarco Chiocci)

Ecco il conto delle okkupazioni
L’inchiesta. Gli effetti della sentenza che condanna loStato a risarcire i proprietari dei palazzi. Solo a Roma ilViminale rischia di dover sborsare mezzo miliardo di euro per settanta immobili

Il generale e la pista Total
Indagini sull’ultimo incarico dell’ufficiale suicida. Sentiti staff e Ad

*

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

Fazio affonda Raiuno: adesso è allarme conti
Crolla lo share di «Che tempo che fa»: gli spot valgono il 30% in meno. A rischio milioni di euro

Strasburgo, i segreti del tribunale che deciderà il futuro di Berlusconi
Domani l’udienza. Il cavaliere fiducioso

*

(direttore Maurizio Belpietro)

Sei italiano? Ti lasciano morire. Sei africano? Ti operano gratis
Il paradosso della sanità: gli immigrati, anche se sono clandestini, hanno cure totali senza spesa. Per i connazionali che rientrano dall’estero solo prestazioni urgenti e niente interventi chirurgici

Con un sorteggio l’Europa ci frega più di 1 miliardo
Agenzia del farmaco addio, Milano beffata: Amsterdam vince alle buste. Germania senza governo, si torna al voto e la Merkel vacilla

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright