La via sempre più stretta per il segretario unitario Pd

CORRADO TRENTO per CIOCIARIA EDITORIALE OGGI

 

Dal quartier generale di Francesco De Angelis il ragionamento che filtra è il seguente: “la prospettiva unitaria è la stella polare, ma non siamo disposti a ribaltoni o cambi di maggioranza”. La traduzione dal politichese è articolata ma chiara.

Sulla eventuale candidatura alla segreteria di Domenico Alfieri, consigliere provinciale e sindaco di Paliano, De Angelis non ha problemi. D’altronde Alfieri è sì vicino alle posizioni politiche di Francesco Scalia, ma ha sempre sostenuto sia Francesco De Angelis che Mauro Buschini, con i quali ha un ottimo rapporto. Ma il presidente del Consorzio Asi non vuole che le vecchie contrapposizioni possano essere sostituite da quelle… nuove.

Il punto è che il segretario Simone Costanzo si ricandiderebbe nel caso Alfieri fosse candidato. Per De Angelis, che in questi anni (unitamente al presidente Sara Battisti) ha sostenuto Costanzo, sarebbe complicato cambiare posizione e alleanze.

Quindi, o su Domenico Alfieri si chiude unitariamente oppure la partita è tutta da giocare. Probabilmente non è neppure un caso che De Angelis abbia anticipato questo ragionamento nella riunione della sua area. Perché ora la prima mossa spetta a Scalia.

 

PUOI COMPRARE DA QUI UNA COPIA DI CIOCIARIA OGGI AD 1 €

Ciociaria Oggi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright