Battisti: «Non c’è sinistra senza Pd. E Alfieri sta sbagliando»

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Sara Battisti
di SARA BATTISTI

Vice Segretario Provinciale
del Partito Democratico di Frosinone

 

L’analisi del voto la faremo il 20 giugno, osservando con attenzione anche il dato nazionale che racconta già di un partito che ha bisogno di ritrovare una sua dimensione politica e di radicamento. Una cosa è certa: non vi è sinistra senza PD, il PD deve tornare a rappresentare un pensiero politico innovativo che sappia guardare a chi sta pagando di più una lunga crisi socio economico.

È evidente, come si può verificare dal risultato elettorale dei piccoli e medi centri di questa provincia, che laddove vi è un forte radicamento del partito con una capacità di aggregare forze civiche e innovative, si vince.

Dopo il 20 faremo assieme un’attenta riflessione per agire rapidamente e rafforzare il partito e la sua azione di governo; questo è il momento di richiamare il nostro popolo e il partito nel suo insieme per vincere il secondo turno, poi ci sarà la sfida del Referendum sulla quale è il paese a giocare la partita del cambiamento, non il PD.

Questa politica urlata la rifiuto. Irresponsabile da parte di dirigenti di partito rilasciare dichiarazioni divisive durante lo spoglio elettorale (leggi qui il precedente). A Cassino ora uniti per vincere a sostegno di Giuseppe Golini Petrarcone. Si diceva un tempo ‘compagni, pancia a terra’ e non lo trovo
affatto antistorico.

Un augurio ai tanti Sindaci riconfermati e ai nuovi eletti. Ai Consiglieri Comunali e ai dirigenti locali, ai Segretari di Circolo, ai Giovani Democratici per avere consentito al Partito Democratico di raggiungere un buon risultato elettorale.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright