Ruspandini: «Al posto di Amazon saremmo scappati pure noi»

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random’]

 
di MASSIMO RUSPANDINI
Dirigente Provinciale Fratelli d’Italia

Caro Direttore,
mi permetto di esprimere per il piacere del dibattito e dell’ approfondimento un mio giudizio circa la questione da lei sollevata in questi giorni e ripresa da più parti.

Credo, come Lei ha già colto, che questo territorio, molto più di altri ha pagato proprio la cecità delle classi dirigenti in termini di sviluppo e occupazione, programmazione e coraggio.

Io partirei dalla glorificazione del dopoguerra e dalle decine di aule consiliari intitolate ad Andreotti, dalla commistione DC – Pci che ha riversato fiumi di denaro con la cassa del Mezzogiorno per insediamenti industriali oggi dismessi che obbligano le nuove generazioni alla povertà e a vivere di una delle valli più a rischio d’Europa per inquinamento e incidenza tumorale. Certo altri tempi ma mentre in Ciociaria la Sinistra e i sindacati trattavano con i padroni e la DC, la stessa Sinistra in Emilia e in Toscana puntava sul turismo e favoriva le coop con il risultato che oggi il parmigiano reggiano è più importante del Colosseo e li turismo è una industria fiorente.

Da noi il pecorino ciociaro viene ancora prodotto artigianalmente senza essere commercializzato e le nostre meravigliose città d’arte non vedono un turista da anni senza contare che quando si sente parlare di Ciociaria in tv uno si deve vergognare. Tutti argomenti triti e ritriti Ma come non pensare che qualcosa andrà pure addebitato alla classe politica, a chi ha gestito gli enti camerali , i consorzi vari e tutti i processi dal dopoguerra ad oggi?

Degli eredi di quelle esperienze di vacche grasse non poteva uscire che questo. Del resto dei tanti moderati e orfani di Andreotti che ho conosciuto, conosco soprattutto l’arroganza e i loro parenti nelle ASL e nei posti pubblici; dei post comunisti oggi democratici solo l’organizzazione che permette a miei coetanei di fare i consiglieri regionali senza avere nessuna qualità per poterci rappresentare con risultati a dir poco disastrosi.

Ho pagato sulla mia pelle queste cose che dico da 20 anni e che oggi purtroppo sono più attuali che mai.

Caro Direttore, se fossimo stati dei manager di Amazon e avessimo incontrato i nostri parlamentari o i dirigenti provinciali dei partiti che contano saremmo scappati anche noi …

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright