Marziale

Il Pd dopo le elezioni (di L. Marziale)

Gli errori del Pd. Non ha dato una visione ai suoi elettori. Ha tracciato una rotta sulla quale il 40% degli elettori l’ha seguito: ma dopo il referendum non ne ha più parlato. Rinnegando se stesso. Ora c’è il tempo per costruire una linea politica chiara

E il 5 marzo? Tutti vincitori (di L. Marziale)

Chi vince le elezioni? In realtà non vince. Ma l’elettore non lo sa. Perché le regole sono del tutto diverse da quello che lui immagina. Il suo approccio al voto è lo stesso di quando sceglie il sindaco. Ma qui funziona in modo del tutto diverso.

Il candidato (di L. Marziale)

Appena un cittadino diventa ‘candidato’, viene colto da una specie di sindrome. Per via della quale perde la ragionevolezza: non ascolta più il buon senso. Ed ha una sola certezza: verrà eletto. Salvo poi…

L’anno che verrà (di L. Marziale)

Il 2018 ci porterà alla doppia scadenza delle elezioni Politiche e Regionali. Condizionate anche e soprattutto dal Referendum che ha detto no ad una riforma radicale dei nostri schemi politici

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright