«Abbiamo una banca, anzi due», parte il Risiko delle fusioni tra banche locali

Parte il Risiko bancario anche in provincia di Frosinone. La geografia degli istituti che raccolgono i risparmi dei ciociari ed esercitano il credito potrebbe cambiare durante il 2016. Sono tre le operazioni in corso.

Fonti finanziarie assicurano che sono ben avviate le trattative per arrivare ad una fusione tra Banca degli Ernici e Cassa di Credito Cooperativo di Paliano.

La Banca degli Ernici è strutturata sotto la forma di Credito Cooperativo Società Cooperativa per Azioni. Costituita nel 2010 da 625 soci fondatori, esercita l’attività dal 2012 ed opera sul bacino di Arpino, Balsorano, Broccostella, Campoli Appennino, Castelliri, Isola del Liri, Monte San Giovanni Campano, Pescosolido, Sora e Veroli.

Cassa di Credito Cooperativo di Paliano invece è una realtà con oltre cento anni di storia che opera sul bacino Paliano – Serrone – Colleferro.

Il progetto che potrebbe concludersi con una fusione va incontro alle sollecitazioni avanzate dalle autorità bancarie nazionali per un processo di semplificazione del sistema, riduzione della frammentazione del sistema BCC, aumento dell’integrazione, rafforzamento patrimoniale del Credito Cooperativo.

Sembra essere definitivamente saltata, invece, l’ipotesi di trasformazione della Banca Popolare del Frusinate in S.p.A. Ma si rafforza la collaborazione con la Banca Popolare del Lazio: i due istituti di credito sono impegnati in un’operazione di “finanziamento in pool”, cioè si sono unite per finanziare una grossa operazione imprenditoriale costituendo un pool temporaneo al fine di ripartire lo sforzo 8ed i rischi) di finanziamento. All’orizzonte – in questo caso – non ci sarebbe nessuna operazione di fusione ma il pool si scioglierebbe una volta ultimata l’operazione.

La terza operazione coinvolge la Banca di Credito Cooperativo del Basso Frusinate ed Alto Casertano : struttura di recente costituzione e che opera nel bacino di Cassino, Cervaro, Pignataro Interamna, San Vittore Del Lazio, Sant’Apollinare, Sant’Elia Fiumerapido, Terelle, Villa Santa Lucia, Viticuso, Conca Casale, Venafro, Conca Della Campania, Galluccio, Mignano Monte Lungo, Rocca D’Evandro. Sta studiando la fusione con la Banca di Credito Cooperativo “San Vincenzo de’ Paoli” di Casagiove, struttura nata nel 1922.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright