Cosa c’è dietro l’addio di Tatiana

La clamorosa decisione del consigliere più votato a Patrica. Che molti vedevano come naturale erede del sindaco. Decide di lasciare del tutto la politica. Una rottura a 360 gradi dopo una sintonia totale

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

La fiducia è venuta meno. Sia sul piano politico (ma quello è un aspetto risolvibile), sia sul piano umano (è quello che ha portato alla rottura). Al di là delle dichiarazioni di facciata c‘è questo dietro alla clamorosa separazione politica tra il sindaco di Patrica Lucio Fiordalisio ed il primo degli eletti per numero di preferenze Tatiana De Alexandris.

Una rottura verticale. Insanabile sul piano politico, più ancora su quello personale. Che lei ha ufficializzato ieri con un post affidato alla sua pagina Facebook. Si è dimessa sia dalla carica di assessore che di consigliere.

Fine di un legame politico

Il sindaco di Patrica Lucio Fiordalisio

Tatiana De Alexandris alle elezioni comunali di un anno fa aveva ottenuto circa 400 preferenze. Trentuno anni, una predilezione per la Cultura e le varie espressioni d’Arte, aveva ottenuto anche per questo la delega assessorile alla Cultura. Alla quale affiancava la funzione di voce dell’amministrazione Fiordalisio all’esterno. Era lei a predisporre ed inviare i comunicati stampa dell’amministrazione.

Un rapporto di sintonia con il sindaco che andava avanti già dallo scorso mandato. Mai uno screzio. Ma ieri qualcosa si è inceppato. In maniera profonda. Non riparabile. Sul piano politico ed umano.

L’ormai ex assessore sulla sua pagina Facebook ha motivato la sua scelta. “Dopo un’approfondita riflessione, ho deciso di rassegnare le mie dimissioni dal ruolo di Assessore e Consigliere del Comune di Patrica. Una decisione determinata dalla convinzione di non poter continuare a seguire con necessario impegno i suddetti incarichi a causa di impegni lavorativi, personali e di salute”. 

Poi l’aspetto personale. “Approfitto di questa occasione per rinnovare la stima e fiducia nei confronti del Sindaco e della maggioranza tutta. A Lucio in primis devo tantissimo, per tutto ciò che mi ha insegnato e trasmesso in tanti anni di amicizia e collaborazione”. 

Cosa cambia in amministrazione

Il sindaco Lucio Fiordalisio

Una decisione comprensibile ma che apre alle novità all’interno dell’amministrazione. La De Alexandris, prima della sua candidatura al consiglio comunale di un anno fa, per cinque anni era stata la segrataria di Fiordalisio. Un rapporto strettissimo che stava continuando anche in questa legislatura.

Al punto che in molti vedevano l’ex assessore come una possibile candidata a sindaco per il dopo Fiordalisio. Un ‘dopo’ non necessariamente tra cinque anni alla fine del mandato: il sindaco di patrica è un dirigente Provinciale di Fratelli d’Italia ed il suo nome circola tra i papabili per la candidaturaalla Regione Lazio.

Ora però la decisione di abbandonare la politica. In consiglio subentrerà Anna Petrucci prima dei non eletti che, su l’annoso problema dei cattivi odori nella zona Morolense di Patrica ha finora avuto vedute lontane da quelle del sindaco.

Per quanto riguarda la delega alla cultura, non si esclude che Fiordalisio possa tenere per se oppure assegnarla ad Ilaria Perini.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright