De Angelis, Costanzo e Michele Marini a cena da Plinio e…

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

Antipasto di pesce, orata al forno con patate e vino bianco pecorino. Questo il menu della cena di giovedì sera tra Francesco De Angelis, Simone Costanzo e Michele Marini. Al ristorante Da Plinio, in via Aonio Paleario, nel cuore del centro storico di Frosinone. Nei giorni scorsi sia il leader dei Democrat Francesco De Angelis che il segretario provinciale Simone Costanzo avevano lavorato a fari spenti per arrivare ad un incontro con l’ex sindaco Michele Marini. Uno solo il tema di discussione: l’unità del Pd in vista della campagna elettorale, soprattutto dopo l’esito delle primarie già fissate per il prossimo 20 novembre.

La posizione di Michele Marini è nota: dopo la frattura del 2012 (anche con Fabrizio Cristofari) il chiarimento non c’è stato. L’ex sindaco chiede un intervento con il quale il partito difenda l’Amministrazione da lui guidata. Ammettendo anche gli errori commessi quattro anni fa.

Francesco De Angelis e Simone Costanzo sanno che in questo momento tirare la corda potrebbe finire con lo spezzarla definitivamente. Il prossimo step sarà rappresentato da un faccia a faccia tra Michele Marini e Fabrizio Cristofari. Intanto però la strada individuata è quella di stare all’interno dei confini delle primarie. La traduzione dal politichese è la seguente: ognuno sostiene chi vuole alle primarie, ma dopo tutti devono impegnarsi a concorrere con convinzione per il candidato sindaco. Chiunque esso sia.

Ma non c’è modo di eludere la domanda: Michele Marini sosterrebbe Fabrizio Cristofari? È su questo che De Angelis e Costanzo stanno lavorando incessantemente. Perché al momento i candidati alle primarie sono due: il presidente dell’ordine dei medici Fabrizio Cristofari e il segretario del circolo cittadino del Pd Norberto Venturi. Già nelle prossime ore comunque il Partito Democratico potrebbe elaborare un percorso per superare i tanti ostacoli sul tappeto. Fra le altre, c’è pure l’ipotesi che Michele Marini possa uscire dal gruppo dei Democrat e passare nella lista civica che porta il suo nome (leggi qui il precedente). Uno scenario che si aprirebbe se l’ex sindaco decidesse per lo strappo. A quel punto potrebbe pure optare di candidarsi a sindaco al di fuori del Pd.

Intanto però la campagna elettorale per le primarie è già entrata nel vivo. Sempre giovedì sera, all’uscita dal locale, De Angelis, Cristofari e Marini hanno incontrato Norberto Venturi con una ventina di persone. Segno che il segretario del circolo cittadino dei Dem è già molto attivo.

Un capitolo a parte merita la politica delle alleanze. Il prossimo candidato sindaco avrà il compito di costruire la coalizione, ma sia Cristofari che Venturi hanno già iniziato a contattare possibili candidati al consiglio comunale. Con un’attenzione particolare riservata alle liste civiche. A tale proposito va detto che il presidente dell’ordine dei medici ha sostenuto sin dall’inizio la necessità di ampliare i confini della coalizione. Intanto però i riflettori sono già accesi sul possibile incontro tra Fabrizio Cristofari e Michele Marini. Uno snodo decisivo in ogni caso per la campagna elettorale del Partito Democratico e dell’intero centrosinistra.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright