Elezioni, il tam tam degli ultimi spostamenti

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Grossi spostamenti di truppe a Sud. Piccoli riposizionamenti clandestini ad Est. Poco o nulla a Nord. Le ultime ore di campagna elettorale sono quelle nelle quali si stringono le alleanze decisive, spesso capaci di determinare il risultato finale in un senso o nell’altro.

Sta accadendo anche questa volta. I portatori di preferenze che hanno il sentore di stare nel fronte sbagliato, in quello che non vincerà o non riuscirà a raggiungere il ballottaggio, si ‘mettono a disposizione’ di chi ha bisogno di quelle energie fresche.

I segnali c’erano già da qualche giorno. Indiscrezioni attendibili parlano di due grosse defezioni in uno dei principali schieramenti alle elezioni comunali di Cassino: se così fosse, domenica notte mancheranno un po’ di preferenze da una importante sezione di periferia; in un’altra si registrerà più di qualche voto disgiunto.

Piccoli riposizionamenti invece a Sora, ma all’interno dello stesso schieramento: c’è un candidato che ha detto di essere pronto a rinunciare al suo pacchetto per cederlo ad uno degli altri; ma il tutto avverrebbe tra candidati che sostengono lo stesso aspirante sindaco, seppure da due liste civiche diverse.

Poco o nulla si muove ad Alatri.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright