Nicola Ottaviani verso il Movimento 5 Stelle: già copiate le selezioni dei candidati

E Nicola Ottaviani sorpassa a destra i grillini. Il sindaco di Frosinone li sfida sul loro terreno: quello del web. Lancia la campagna per selezionare i candidati al consiglio comunale: “… e io mi candido con Ottaviani“. Nelle sezioni di Partito? Roba vecchia. Incontrando i segretari politici? Nemmeno a parlarne. Andando a scovarli tra le associazioni di volontariato? Ma per favore!

Nicola apre una casella di posta elettronica ed attiva un numero di telefono sul quale mandare candidatura, foto e curriculum. Via mail o whatsapp. Roba da far correre in tribunale Beppe Grillo a denunciare per plagio il Nicola Olimpionico.

La casella email risulta attivata dal primo pomeriggio. L’indirizzo è ottavianisindaco2017@gmail.com, il numero telefonico è 348.600.19.80. Davvero possono candidarsi tutti? Ma certo. Con alcuni semplici paletti: come le Quirinarie con cui i grillini selezionarono i candidati alla Presidenza della Repubblica. Oppure la Parlamentarie con cui scelsero accuratamente il candidato al senato Marino Mastrangeli, poi risultato eletto a Palazzo Madama per il Movimento 5 Stelle.

E quali sono i paletti grillini di Nicola Ottaviani? Bisogna essere perbene, liberi e capaci.

E’ scritto nero su bianco sopra ai manifesti che dalla prossima notte appariranno a sorpresa sui muri di Frosinone. Sono appena arrivati in tipografia, su una grafica – guarda caso – con colori blu e gialli.

Già ma chi darà la patente di persona perbene ai candidati? E come si attesta il certificato di ‘uomo (o donna) libero‘? Uno mica può andare all’Anagrafe e chiedere «Buongiorno, vorrei candidarmi con Ottaviani, mi fa un certificato di persona libera»?

Nicola non si è posto il problema nemmeno per un secondo. Ha rubato tutto a mani basse dal movimento pentastellato. Comprese alcune parti del regolamento: soprattutto quella in base alla quale è il leader a decidere se gli sta simpatico o no il candidato. «Lì decidono Casaleggio jr e Grillo, a Frosinone decido io: che ci sta di strano?» avrebbe commentato di fronte ad un esterrefatto Riccardo Mastrangeli.

Alla Casaleggio pare abbiano convocato un summit urgente appena saputa la cosa. Che fare? Denunciare Nicola per plagio o… iscriverlo d’ufficio al Movimento 5 Stelle?

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright