Il Ferentino vola in Serie B e sogna di rinverdire i ruggenti anni ‘90

Il blasonato club amaranto torna in un campionato nazionale a distanza di 15 anni. La società gigliata ha una storia importante sui tavoli italiani ed europei: ha vinto 2 scudetti ed è arrivata fino ai quarti di Coppa dei Campioni. A trascinare la squadra con 50 vittorie di fila l’eterno campione Marco Talocco tra i protagonisti dei trionfi del passato

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

Il Tennistavolo Ferentino ha sbancato il campo del Fassati Napoli ed è salito nella serie B1 nazionale. Un risultato ottenuto concludendo il campionato a punteggio pieno. Una risalita che in 15 anni ha portato la compagine del presidente Fernando Palombo dalla D2 regionale alla B1 a suon di record. Ora il prossimo obiettivo è la serie A2 lasciata nel 2007 quando la crisi economica costrinse la società ciociara a cedere il titolo al Circolo Roma.

Una storia di trionfi

Il “vecchio leone” Marco Talocco

Prima del 2007 il Tennistavolo Ferentino, guidato dal presidente Giuseppe Leoni e con Fernando Palombo nel gruppo storico, era diventato protagonista in Italia e in Europa.

Negli anni ’90 gli amaranto avevano conquistato 2 scudetti (’91 e ’94), 4 secondi posti, 1 quarto di finale in Coppa dei Campioni e diverse partecipazioni alla Coppa europea Evans. Erano i tempi del coach Vittorio Collalti e dei giocatori Gennaro Di Napoli, Valentino Piacentini e di un giovanissimo Marco Talocco.

Lo stesso Talocco che oggi a 43 anni ha trascinato i ciociari alla conquista della B1. In 2 anni il 43enne ferentinate doc non ha perso un incontro vincendo 50 partite consecutive. Un record.

Palombo: “Obiettivo Serie A2”

Federico D’Alessandris a destra in azione

Il gruppo giocatori è composto dall’allenatore-giocatore Daniele Bianchi, Marco Talocco, Federico D’Alessandris, Marco De Tullio.

“Siamo ripartiti nel 2007 dopo che eravamo in A2 ed a causa della crisi economica siamo stati costretti a cedere il titolo a Roma. E la ripartenza è stata dalla D2. Nel 2017 quando eravamo ancora nelle categorie regionali ci siamo riuniti e guardandoci in faccia abbiamo avviato un progetto di crescita – spiega il presidente Fernando Palombo Da allora è iniziata una risalita record. Grazie al contributo di Marco Talocco che allora giocava in A2 siamo cresciuti ed ora eccoci qui in B1. E non finisce qui”

Il patron non vuole fermarsi e spera in un certo senso di rinverdire i fasti del passato. “Ora parlare di A1 e di ritornare protagonisti in Italia ed in Europa è sinceramente impossibile ma puntiamo alla A2 in pochi anni – continua Palombo Non bisogna dimenticare che siamo stati anche in periodo Covid con mille difficoltà ma la voglia di arrivare e di non mollare mai è stata tanta”.

Talocco, il ruggito del “vecchio leone”

Marco Talocco in azione

Il leader della squadra non nasconde l’orgoglio per aver trascinato la squadra sulla ribalta nazionale. “Da ferentinate tornare nella mia città e contribuire a portarla in B1 è veramente una grandissima soddisfazione – sostiene Marco Ho dato tutto ed essere imbattuto per 2 anni è un ottimo risultato”.

Siamo riusciti a riportare entusiasmo in città e passione in uno sport simbolo per la città. Tornare in Serie A1 è un sogno, realisticamente ad oggi impossibile ma nello sport non si sa mai. Ringraziamo il sindaco Antonio Pompeo e l’amministrazione che ci è stata molto vicina. Sarebbe bello avvicinare qualche sponsor importante anche perché con il progetto scuole riusciamo a coinvolgere centinaia di ragazzi. Giochiamo alla palestra della scuola media e per ora non pensiamo di trasferirci al palazzetto. E’ nostra intenzione ricreare un movimento importante intorno a questo sport”.

Alla Asd Tennistavolo Ferentino sono arrivati anche i complimenti del sindaco Antonio Pompeo, del presidente del Consiglio comunale Claudio Pizzotti e di tutta l’Amministrazione comunale. A luglio è prevista la festa promozione.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright