Pirozzi presenterà lista Scarpone anche al Senato. Minacce via internet

I comitati hanno 'costretto' il sindaco a presentare la sua lista anche al Senato. Minacce via Facebook a Sergio Pirozzi. E' lo stesso candidato alla Regione a denunciarlo.

Sergio Pirozzi presenterà la sua lista civica anche nelle prossime elezioni Politiche e non solo a quelle per la Regione Lazio. Il simbolo è stato depositato in serata al Ministero dell’Interno: la civica correrà anche per il Senato.

Lo Scarpone non era d’accordo. Sono stati i comitati che lo sostengono a sollecitare con forza che la lista scendesse in campo anche per le Politiche. Sergio Pirozzi alla fine ha concesso il simbolo che lo contraddistingue alle Regionali. Ma ha messo in chiaro però che lui non si candiderà a niente altro che la Regione.

Saranno alcuni sindaci ad avere la doppia candidatura. L’annuncio è previsto per la giornata di domenica. Tra i bi candidati (Regione e Senato) ci sarà il sindaco di Sgurgola Antonio Corsi.

 

 

MINACCE ALLO SCARPONE

Nel pomeriggio Sergio Pirozzi è stato oggetto di insulti e minacce. A denunciarlo è stato lo stesso Scarpone con un messaggio su Facebook.

Il sindaco ha pubblicato la foto con il messaggio che gli era stato appena recapitato

Ti facciamo fare la fine della tua Amatrice, ma dove c…. credi di andare? Non vai da nessuna parte….Da solo non ce la farai, ti distruggeremo….Montato del c….”.

Sotto ha commentato «Ma perché c’è bisogno di questo? Lo dico a tutte le forze politiche, a tutti gli elettori ma soprattutto a tutti i cittadini: perché questo rancore, a cosa serve? La vita ha già abbastanza difficoltà e sofferenze. Dico una cosa a tutti quelli cui piace questo tipo di linguaggio, non voglio i vostri voti. Noi siamo diversi. L’odio chiama odio. Il nostro futuro ha bisogno di amore. Buon sabato a tutti!».

Solidarietà incondizionata è arrivata da tutto il mondo politico, da alleati e avversari. Tra i primi a prendere posizione in maniera netta è stato Nicola Zingaretti. «Solidarietà a Sergio Pirozzi. Mi auguro -ha detto il Governatore del Lazio –  che questa sia una campagna elettorale basata sulle idee, sulle proposte e sulle soluzioni concrete per le persone. Non su insulti, minacce e arroganza».

 

CATTIVI MAESTRI NUTRONO L’ODIO

In serata Sergio Pirozzi è tornato sull’argomento con una nota ufficiale. «I ‘cattivi maestri’ di certa politica e di certa stampa ottengono sempre il risultato che vogliono, nutrendo l’odio. In settimana un noto vignettista ha pubblicato sul suo profilo social una vignetta dove la morte si rammaricava di non aver portato via anche me con il terremoto. Oggi sul mio profilo Facebook qualcuno è passato direttamente alle minacce di morte per punire la mia scelta di proseguire senza paura, anche da solo, la battaglia per il vero cambiamento della Regione Lazio. Io non mollo».

 

Il caso è stato denunciato alla Polizia Postale.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright