Renzi parla a Marchionne perchè D’Alema intenda

Dopo il convegno a Frosinone per iniziare l’ultima fase della campagna elettorale sul referendum, Matteo Renzi sarà a Cassino, insieme all’amministratore delegato di Fca Sergio Marchionne. Lo stesso Marchionne lodato da Obama per il rilancio del settore automobilistico a stelle e strisce. (Leggi qui)

Il presidente del Consiglio non lascia nulla all’improvvisazione e ogni mossa viene studiata e analizzata. Certamente visitare le linee di produzione di Giulia e Stelvio è importante sotto il profilo della politica industriale ed economica. In campagna elettorale poi tutto è lecito e Renzi spera in un rilancio di immagine.

Il premier è perfettamente consapevole del fatto che la sua linea filo Marchionne non è condivisa dalla minoranza del partito, specialmente da Massimo D’Alema, il vero irriducibile nemico interno. Matteo Renzi intende far capire al Pd che il tempo delle mediazioni e del far finte di nulla è terminato. In ogni caso la sua intenzione è quella di verificare le possibilità di dare vita ad un partito diverso, non necessariamente della nazione.

Matteo Renzi si rivolge ad un elettorato diverso da quello dell’ex Ds. E’ iniziata la battaglia finale.
<

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright