Il bis dell’incontro proibito tra Marini e Ottaviani

CORRADO TRENTO per CIOCIARIA EDITORIALE OGGI

Rieccoli. In un fitto colloquio, come quello al Campo Coni in occasione della Strafrosinone. (leggi qui il precedente)

Ieri mattina, nella centralissima piazza VI dicembre (sede del Comune), Nicola Ottaviani e Michele Marini hanno parlato a lungo. Soffermando l’attenzione su alcuni fogli. Probabilmente sondaggi e rilevazioni commissionati per essere visionati ma non pubblicati.

In ogni caso è probabile che l’attuale sindaco e il suo predecessore abbiano parlato degli scenari che si stanno palesando all’orizzonte.

Le novità non mancano. Nei giorni scorsi Michele Marini ha avuto un incontro con il segretario regionale del Partito Democratico Fabio Melilli. Al quale ha comunicato di non essere interessato alla possibilità di un ruolo politico nella segreteria regionale dei Democrat. Ipotesi che era stata ipotizzata per un recupero politico dell’’ex sindaco. (leggi qui l’anticipazione di Alessioporcu.it)

A questo punto è difficile immaginare quali saranno le scelte di Michele Marini in vista delle elezioni comunali. Il capogruppo del Pd non ha nascosto la contrarietà alla candidatura a sindaco di Fabrizio Cristofari. Ma c’è dell’altro: Michele Marini ha incontrato qualche giorno fa Norberto Venturi, segretario del circolo cittadino dei Dem, pure lui non favorevole all’opzione Cristofari. Da autorevoli indiscrezioni filtrate dalla strettissima rete del riserbo emerge che Michele Marini e Norberto Venturi hanno deciso che se dovessero mettere in campo ipotesi alternative, lo faranno insieme.

Da tempo Sinistra Italiana, attraverso Gaetano Ambrosiano, lavora all’ipotesi di una lista arancione (di sinistra) alla quale possano guardare anche Michele Marini e Norberto Venturi. Sul tappeto però c’è anche la possibilità di una coalizione formata da liste civiche. Per la eventuale candidatura a sindaco il nome di Norberto Venturi è in pole position. Il segretario cittadino del Pd non era presente all’ufficializzazione della designazione di Cristofari.

Naturalmente si parla molto di sondaggi. Nel centrodestra c’è chi fa riferimento a scenari che vedrebbero Nicola Ottaviani già al ballottaggio, mentre alle sue spalle potrebbe profilarsi una sorta di volata tra Michele Marini e Fabrizio Cristofari. Fabrizio Cristofari, candidato a sindaco del Partito Democratico, però, risponde così: «Non mi occupo di sondaggi, preferirò contare i voti veri alla fine». Segno che la campagna elettorale è già nel vivo. Non potrebbe essere altrimenti considerando che ci sono già cinque candidati a sindaco: Nicola Ottaviani (centrodestra), Fabrizio Cristofari (Pd), Vincenzo Iacovissi (Psi), Stefano Pizzutelli (Frosinone in Comune), Fernando Incitti (Casapound). Si attende la candidatura a sindaco del Movimento Cinque Stelle, mentre anche Noi con Salvini ha annunciato una propria designazione. Quindi bisognerà attendere le decisioni di Michele Marini e Norberto Venturi. Mancano sei mesi all’appuntamento con le urne. Può succedere di tutto.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright