Vaccini, anche il M5S sconfessa Barillari

Foto: copyright A.S. Photo by Andrea Sellari

Il Movimento 5 Stelle, con un post ufficiale, prende le distanze dalle frasi no vax pronunciate nelle ore scorse dal consigliere regionale (ed ex candidato alla Presidenza) Davide Barillari.

Alla fine lo hanno mollato anche i suoi. Indifendibile l’ex candidato alla guida della Regione Lazio per il M5S Davide Barillari. La sua posizione sui vaccini è stata talmente radicale che il Movimento 5 Stelle ne ha preso le distanze con un post sul blog ufficiale.

Firmatario della proposta di legge regionale per modificare la disciplina sui vaccini nel Lazio Davide Barillari si era attirato le critiche della comunità scientifica (leggi qui Vaccini, i pediatri contro «la scellerata proposta di M5S in regione Lazio»).

A quelle critiche ha risposto nelle ore scorse. Dicendo:

«Quando si è deciso che la scienza fosse piu’ importante della politica? Chi l’ha deciso e perché’? A questo siamo arrivati. Visto che i politici sono tutti ignoranti, allora mettiamo medici e scienziati a scrivere le leggi, piuttosto che fargli perdere tempo a fare ricerche, ad analizzare dati e numeri, e ad occuparsi di curare i loro malati. Così finalmente avremo leggi che obbligheranno davvero ‘il gregge’ a trattamenti sanitari decisi dai medici. Perché gli scienziati dello stampo di Burioni, cioè legati a doppio filo sia alle multinazionali del farmaco che ai partiti del passato bocciati alle urne dagli italiani, sono davvero convinti di detenere l’unica verità possibile, eterna ed inconfutabile….e sono davvero convinti che la politica si debba inchinare supinamente a loro».

 

Troppo anche per una forza politica come il Movimento 5 Stelle. Che in giornata ha pubblicato una nota ufficiale. Con la quale ha preso «totalmente le distanze dalle dichiarazioni del consigliere regionale del Lazio Davide Barillari. La linea del MoVimento sui vaccini e’ quella messa nero su bianco nel contratto di governo votato dagli iscritti e portata avanti dal ministro della Salute Giulia Grillo».

 

Inquietante Barillari

La vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico Alessia Rotta sulla sua pagina Facebook attacca. E dice che «Le dichiarazioni di Barillari sui vaccini e la scienza sono inquietanti. E la presa di distanza del movimento 5 stelle è tardiva e imbarazzante».

Per la vice presidente «Questi sono gli stessi che vogliono abolire la democrazia rappresentativa per fare decidere tutto nella stanza di Casaleggio con un semplice click. Sono quelli de “l’uomo non e’ mai andato sulla luna” e “si dovrebbero vietare i matrimoni tra specie diverse”. Oggi sostengono che la politica viene prima della scienza. Domani diranno che le epidemia sono salvifiche perché purificano».

 

Il senatore Dario Parrini (Pd)  invece affida a Twitter il suo commento. «Patetico il M5S che condanna le assurdità anti-vaccini del suo esponente Barillari. Il fatto che conta è l’emendamento-vergogna del Milleproroghe. Con quell’emendamento è più coerente Barillari di qualsiasi ipocrita nota ufficiale ispirata dalla Casaleggio Associati».

 

M5S è fanatscienza

Da Palazzo Madama attacca anche il senatore del Pd Salvatore Margiotta. Definisce le parole di Barillari «sconsiderate e irresponsabili (…) senza alcun timore di rendersi ridicolo. Quindi, per Barillari devono essere quelli come lui a decidere della salute dei cittadini sulla base di opinioni personali formate sulla rete? Il M5S di governo è fantascienza. Noi saremo sempre dalla parte della scienza e contro l’ignoranza».

Per i radicali, Barillari ha scritto una frase «potenzialmente devastante».

 

 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright