Il Candidiario (di S.Pizzutelli) – Le elezioni in rima… per dire le cose per le rime

di STEFANO PIZZUTELLI
Candidato sindaco di Frosinone
Blogger (quando ne ha tempo)

 

 

 

Mio caro candidiario
io certo non mugugno
se penso alle elezioni
previste ormai per giugno

E passo molto tempo
chiedendo alle persone
qual è  la priorità
per loro a Frosinone

Contempero così
risorse ed esigenze
per dare soluzioni
grazie alle competenze

Perché la competenza
è quella strana cosa
che serve se vuoi fare
per benino qualcosa

Puoi avere pure i fondi
grazie alla competenza
se c’hai le tasche vuote
non è che puoi far senza.

Ho avuto, cari amici,
oggi un’informazione
che giunse Competenza
un giorno  a Frosinone

Chiese la Competenza
una  riunione congiunta
col sindaco Ottaviani
e tutta la sua giunta.

E disse “Miei assessori
sono a disposizione
per far fare una svolta
a tutta Frosinone:
perciò ditemi pure
cos’è che posso fare
per camminare insieme
e insieme migliorare”

Le urla lì si alzarono
e con poco decoro:
“Io voglio le Olimpiadi,
io il rally a via Aldo Moro!
Io voglio sei milioni
e cemento a piacere
ma esclusivamente
nel mio proprio quartiere”

E dopo un’ora e un quarto
ed in mezzo ai lavori
Nicola prende e cambia
un cinque o sei assessori.

Chi vuole un assessorato
fa urla senza uguali
“A me i lavori pubblici”
“Io varie ed eventuali”

La Competenza guarda
‘sto bordello basita
chiedendosi “Oddio,
ndo’ cacchio so’ finita!”

Ed ecco gli appetiti
per un po’ so’ saziati
facendo pari e dispari
danno gli assessorati

Dopo di che producono
qualche provvedimento
che so, un blocco inutile
contro l’inquinamento

‘Na pezza ai marciapiedi,
‘na striscia pedonale,
a maggio ‘na passata
di asfalto elettorale

Intanto a Frosinone
la qualità sprofonda
e bimbi si respirano
un’aria sempre immonda

Le polveri sottili
avvolgono già in culla:
la giostra incompetente
continua a non far nulla.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright