E alla fine Nicola perdonò Arnaldo

Nicola Ottaviani non porta rancore dal punto di vista…politico. Il sindaco di Frosinone ha messo sul piatto tutto il suo “peso”, costringendo all’angolo la sua stessa maggioranza. Sull’intero pacchetto urbanistico, che svilupperà 50 milioni di investimenti e 1,5 milioni che entreranno nelle casse del Comune come oneri concessori.

In particolare, Ottaviani ha fortissimamente voluto l’approvazione della costruzione di palazzi vicino alla Villa Comunale, vicino ai reperti archeologici delle terme romane. Tutti sanno che la società che realizzerà l’opera fa riferimento ad Arnaldo Zeppieri, il costruttore verolano vicinissimo a Domenico Marzi qualche anno fa. Soprattutto nel momento del ballottaggio nel quale Marzi battè Ottaviani.

Sicuramente tante cose sono cambiate: Nicola Ottaviani è diventato sindaco, Arnaldo Zeppieri non è più nell’editoria. O più semplicemente Nicola Ottaviani ha voluto far vedere chi è che comanda. Perché la magnanimità è sempre dei vincitori.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright