De Angelis, Abbruzzese e Frusone prenotano l’elezione: il segno dei leader

Il prossimo Parlamento registrerà volti nuovi e conferme. Tutti però arriveranno dagli stessi schieramenti: da quelli che hanno gestito prima di loro le leve del potere. Cambiano i suonatori, la musica è la stessa. Sicuri che dopo il 4 marzo qualcosa cambierà?

Solo un caso che quelli che hanno maggiori possibilità di essere eletti deputati siano i sostanziali leader provinciali dei tre partiti più grandi?

Luca Frusone, deputato del Movimento Cinque Stelle, è al primo posto del collegio proporzionale della Camera. Ha già staccato il biglietto per il bis a Montecitorio e probabilmente con lui andrà Ilaria Fontana, seconda nel listino.

Mario Abbruzzese, consigliere regionale e leader di Forza Italia, è strafavorito secondo i sondaggi nel collegio uninominale di Cassino. Fortemente voluto, e difeso, dal presidente dell’europarlamento Antonio Tajani, non solo è blindato, ma potrebbe perfino essere tenuto in considerazione per un incarico da sottosegretario se sarà il centrodestra, magari proprio con Tajani, a dover formare il governo. Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani continua a far capire di essere pronto a chiedere la resa dei conti sul territorio per quanto riguarda Forza Italia. Ma intanto Abbruzzese potrebbe rafforzarsi moltissimo all’interno del Partito. Sotto l’ala di Tajani.

Francesco De Angelis è terzo nel collegio proporzionale della Camera. Attenzione però: il primo è Claudio Mancini, secondo in comando nell’area di Matteo Orfini, la stessa di De Angelis. La seconda in lista verrà sicuramente eletta nel collegio uninominale di Firenze Scandicci (superblindato per il Pd). Quindi, basterà arrivare intorno al 20% per determinare l’elezione di Francesco De Angelis al Parlamento.

Al Senato il grande favorito, stando sempre ai sondaggi, è Massimo Ruspandini, vicesindaco di Ceccano ed esponente di rilievo di Fratelli d’Italia. Rappresenta l’unica vera sorpresa della fase delle candidature. Inutile aggiungere che l’elezione a senatore rafforzerebbe ulteriormente il suo ruolo all’interno del Partito di Giorgia Meloni. Senatore diventerà quasi sicuramente Beppe Incocciati, di Forza Italia, terzo nel listino per Palazzo Madama, ma preceduto da Claudio Fazzone e Maria Rosaria Rossi.

Sicuri che dopo il 4 marzo cambierà qualcosa negli assetti dei Partiti in  Ciociaria?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright