Il Gucher-affaire fa saltare tre trattative al Frosinone

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

 

di GIOVANNI LANZI
Giornalista temporaneamente senza carta

 

 

CALCIOMERCATO /Pisa, Carpi e Ternana erano disposte a mettere soldi sull’acquisto del mediano?
Il Gucher-affaire fa saltare tre trattative al Frosinone
Al club giallazzurro va dato merito: non si metterà di traverso all’accordo con il Vicenza. Bertoncini, anche tre squadre di Lega Pro

 

 

A volerla sempre rimescolare, si dice, che puzza. Ma se serve a rimettere i tasselli della verità al posto giusto, allora bisogna armarsi di santa pazienza. E procedere al rimescolamento dei… fatti. Il nodo del contendere? Nientepopodimenoche quello che a Frosinone è diventato il Gucher-affaire. Che rischia di aumentare a dismisura il numero delle vedove all’ombra del Campanile. Come fu per Blanchard in estate, senza andare troppo lontano con la memoria.

E allora: è della tarda serata di mercoledi scorso –- come riportato su queste colonne –- il via libera del Frosinone a Gucher verso il Vicenza. Sempre su queste colonne e sempre nel tardo pomeriggio di ieri (leggi qui il precedente) era stata riportata la cronistoria del Gucher-affaire. Si dirà, perché rimescolare?

Perché se Gucher, attraverso il suo agente Max Hagmayr, ha scelto il Vicenza (accordo poi trovato sulla base di due anni e mezzo) e non l’Avellino (anche qui 2 anni a mezzo a 120.000 euro a stagione), proviamo a porre una domanda: va dato o no merito al Frosinone? La risposta, senza essere di parte non può essere che sì. La spiegazione del ‘sì’ è nel prosieguo.

Perché il club giallazzurro per il centrocampista austriaco –- e questa è la novità –- aveva ricevuto in questi giorni ben tre manifestazioni di interesse. Significa che tre società – e più precisamente il Carpi, la Ternana e il Pisa – avevano bussato alla porta del Frosinone per intavolare una trattativa che avrebbe portato dei soldi nelle casse della società giallazzurra. Nonostante Gucher sia ai margini da più di un anno, è un elemento che ha il suo interessante prezzo di mercato.

Poi c’era in ogni caso l’Avellino. Il Frosinone ne avrebbe ricavato poco o nulla, se non uno sconto sull’affare-Mokulu se ci saranno le condizioni per esercitare il riscatto. Ma con il club irpino c’è un vecchio patto tra gentiluomini, vale a dire tra Taccone e Stirpe.

Niente di tutto questo. Gucher, attraverso il suo agente, ha preferito trovare l’accordo con il Vicenza. Due anni e mezzo di contratto invece dei sei mesi che il ragazzo avrebbe voluto inizialmente. Il Frosinone non incassa un euro (anche se al momento della firma dei documenti qualche obolo rimarrà sul tavolo della sede di Via Marittima) ma è corretto ridargli l’onore dettato dalla verità. E poi, in tutta sincerità, ‘morto un Papa, se ne fa un altro’.

Infine sempre ieri è stato accostato il nome del difensore Bertoncini al Vicenza (ma da Vicenza dicono che non interessi) oltre a due club di Lega Pro, vale a dire Arezzo, Matera e Lecce.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright