Carlo Marino

Bilancio, scintille tra assessore ed ex

Scintille tra l’assessore al Bilancio ed il suo predecessore. Non quello che le ha ceduto l’incarico. Ma quello che c’era prima ancora. Al di là della questione di merito. C’è il problema delle tensioni

L’errore di usare il teatro per la politica

La polemica sul cartellone del Festival del Teatro Medioevale. Che diventa strumento per la contrapposizione politica. Ma quell’evento è una realtà assoluta, a prescindere dalle gestioni politiche che cambiano

Il Consiglio della ‘non sfiducia’ in cui tutto appare schiacciato

Un consiglio comunale molto lungo, sfilacciato e polemico. Che ha messo in evidenza i soliti limiti: sia in maggioranza che nell’opposizione. Da un lato, tutti sono convinti di poter essere la futura pietra angolare. Il risultato: non si aggregano. Dall’altro: c’è il rischio di far apparire tutto schiacciato

Le evidenze del Consiglio maratona sul Bilancio

Nove ore di consiglio Comunale. Il Bilancio passato con 12 voti a favore (compresi Naretti, Necci e Vecchi) e 5 contrari (compreso Cardinali in evidente contraddizione). Ma le evidenze politiche sono ben più grandi. Eccole.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright