Virginia Raggi

Musumeci si dimette, FdI prenota il Governatore per il Lazio

Le dimissioni annunciate questa sera da Musumeci portano la Sicilia al voto il 25 settembre. E spostano l’asse delle Regionali nel Lazio su Fratelli d’Italia. Le trattative per i collegi. Azione chiede il Senato Sud. Il M5S mobilita Marcelli per le Parlamentarie mentre Raggi scomunica l’accordo di Lombardi nel Lazio. Barillari ci riprova

Tutti gli intrecci per il Presidente

Tutti gli intrecci che portano alla scelta del candidato Governatore del Lazio. Il nodo del termovalorizzatore ed il lavoro sotterraneo di Zingaretti e Lombardi. La manovra di Viterbo e gli effetti sulle alleanze. Il gioco di Fazzone. E quello di De Angelis. La partita di Leodori e le due liste capaci di spiazzare. L’effetto Gasbarra

Pd-Cinque Stelle, perché nel Lazio l’alleanza reggerà

A livello nazionale Conte e Grillo potrebbero decidere di presentarsi da soli alle elezioni, ma in Regione l’asse tra Zingaretti e Lombardi è fortissimo. Come dimostrano le tre ore di ieri tra Buschini e Corrado. A Frosinone i pentastellati staranno con Marzi.

Sua maestà la Regione Lazio: i possibili candidati

Nicola Zingaretti ha tenuto fuori l’ente dalla campagna elettorale, ma dopo l’indicazione del nuovo Capo dello Stato inizierà la lunghissima sfida per la successione. Tutti i nomi in pista. Verso la contrapposizione tra Pd e Fratelli d’Italia. Con la variabile Roberta Lombardi.

Conte con Gualtieri, da Michetti segnali alla Raggi

È un finale di campagna elettorale per cuori forti nella Capitale. Giovanni Floris accende la miccia, facendo capire che l’ex sindaca potrebbe sostenere il candidato del centrodestra. Mentre l’ex premier annuncia il suo voto all’esponente del Pd. Ma a titolo personale. Giorgia Meloni intanto sa di non poter perdere nella corsa al Campidoglio

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright