Dopo Pigliacelli… Pigliacelli bis

E dopo Marcello Pigliacelli… ancora Pigliacelli per guidare la Camera di Commercio di Frosinone. E’ l’ipotesi sulla quale si stanno coalizzando quasi tutte le associazioni di categoria. Tranne Confcommercio: tenuta fuori dal ‘salotto buono‘ dopo l’uscita di Florindo Buffardi e della sua storica Unione Commercianti (leggi qui)

Il salotto si è riunito nelle ore scorse presso la sede della Cna di Frosinone. A fare gli onori di casa è stato il presidente Giovanni Proia, seguito dal presidente nazionale di ConfimpreseItalia Guido D’Amico, dal presidente degli industriali Giovanni Turriziani e dal suo collega di Federlazio Alessandro Casinelli.

L’ipotesi sulla quale si sta lavorando è una maxi alleanza per arrivare ad un Pigliacelli bis, nonostante il passo indietro fatto dal presidente uscente. Lo scorso dicembre, durante gli auguri di Natale aveva annunciato la sua indisponibilità ad un nuovo mandato (leggi qui).

La situazione però in tre mesi è cambiata. Non si farà per il momento la fusione con la Camera di Commercio di Latina. Le elezioni politiche sono state spostate al 2018, rinviando l’innesco di quel Risiko che avrebbe ridisegnato le strategie del potere nei posti chiave in provincia di Frosinone. Tra cui la presidenza del consorzio Asi, alla quale in molti avrebbero visto bene il presidente Pigliacelli se Francesco De Angelis fosse andato in Parlamento.

Ma per ora è tutto rinviato. E allora… dopo Pigliacelli viva Pigliacelli.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright