Alle Comunali di Frosinone saranno le liste a fare la differenza (di C.Trento)

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

 

CORRADO TRENTO
Ciociaria Editoriale Oggi

 

 

La differenza la fanno le liste, non soltanto per i numeri ma anche per il “peso” e la coesione politica. Nicola Ottaviani ne schiera 9 e ha in campo molti candidati al consiglio comunale da centinaia di consensi considerando le precedenti amministrative: Fabio Tagliaferri, Enrico Straccamore, Danilo Magliocchetti, Riccardo Masecchia, Massimiliano Tagliaferri, Ombretta Ceccarelli, Ivan Spaziani, Adriano Piacentini, Giampiero Fabrizi. Tanto per fare dei nomi.

Non è un mistero che il sindaco sia un accentratore e che in questi anni abbia delegato praticamente nulla. Non è un mistero che all’interno del centrodestra ci siano rivalità politiche forti, come quella tra Fabio Tagliaferri e Adriano Piacentini. Ma tutto ciò non ha impedito di schierare tutti dalla stessa parte. Con l’imperativo categorico del voto congiunto, non disgiunto.

 

Fabrizio Cristofari, invece, ha dovuto compiere un percorso non soltanto in salita, ma per larghi tratti in “solitaria”. Intendiamoci: i margini di recupero, rispetto ai dati del sondaggio, ci sono. Ma Cristofari può contare soprattutto sulle proprie forze.

In partenza ha dovuto pagare lo scotto delle conflittualità tra i big del Pd, uniti e compatti quando si tratta dei propri destini politici (come il dato sulle primarie nazionali dimostra), ma conflittuali quando si tratta di sostenere un candidato sindaco. E poi soltanto la senatrice Maria Spilabotte ha avuto il coraggio di scendere in campo per “contarsi” come consigliere comunale. Degli altri big nessuno: non Francesco De Angelis, non Francesco Scalia. Ma neppure i membri del direttivo cittadino.

La presenza di Angelo Pizzutelli e Norberto Venturi (rispettivamente 572 e 416 preferenze personali la volta scorsa) non può bastare. Anche perché il Pd per mesi ha inevitabilmente trasmesso l’immagine di un disimpegno politico. Adesso più di qualcuno si sta muovendo, ma rischia di essere tardi.

Il sondaggio di Euromedia attribuisce alle tre liste civiche di Fabrizio Cristofari il 7,6% in totale. Un dato che deve salire se si vuole evitare che la partita finisca al primo turno.

Quanto ai Socialisti, da sempre i sondaggi danno dei dati più bassi rispetto a quelli poi scrutinati. Un elemento anche di scaramanzia. Però la sensazione forte è che l’intero centrosinistra doveva mettere in campo più organizzazione, più “struttura”. E soprattutto maggiore convinzione.

Sotto questo punto di vista i dati di Euromedia possono rappresentare una sorta di ultimo avviso ai naviganti. Perché nessuno nel Pd può permettersi una sconfitta al primo turno nel capoluogo: non Mauro Buschini, non Francesco De Angelis in particolar modo. Per il semplice fatto che dal punto di vista politico “insistono” su Frosinone. Ma neppure Francesco Scalia può chiamarsi fuori.

Sul versante delle liste civiche, sarebbe stato tutt’altro discorso se l’ex sindaco Domenico Marzi avesse schierato la sua formazione, non limitandosi ad inserire candidati in quella di Cristofari. Pure questo avrebbe rappresentato un segnale politico importante. Che non c’è stato.

D’altronde in cinque anni il Pd non ha messo in campo alcuna seria iniziativa per ricucire sul piano sostanziale lo “strappo” del 2012 tra Domenico Marzi e Michele Marini. Pure questo la dice lunga. E nell’intera consiliatura il ruolo dell’opposizione non si è visto, nonostante la maggioranza di Ottaviani si sia mossa sistematicamente nel solco della seconda convocazione del consiglio, perché non aveva la maggioranza assoluta. Mai il centrosinistra ha dato neppure la sensazione di poterne approfittare. Mai.

 

Un’ultima considerazione sul Movimento Cinque Stelle, che ha come obiettivo minimo quello di avere una rappresentanza in Consiglio. Ma il raffronto andrà fatto anche con i risultati ottenuti meno di un anno fa dai candidati sindaco di Sora (16,26%) e Cassino (7.86%). Certo, però, la sensazione di poter sfondare nel capoluogo non c’è. Almeno finora.

 

§

 

SCARICA DA QUI LA APP PER TUTTI I SERVIZI DI CIOCIARIA OGGI

Ciociaria Oggi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright