Due dettagli che spiegano il prossimo Consiglio

Ci sono due elementi da tenere in considerazione in vista del prossimo consiglio comunale di Anagni. Che danno la misura di quanto sia in bilico la situazione. L'incontro con l'ex vice sindaco Giuseppe Felli. Che potrebbe tornare in campo

Paolo Carnevale

La stampa serve chi è governato, non chi governa

Ad Anagni alcuni di quelli che stanno in maggioranza ma non rinunciano a parlare di politica hanno fatto notare nei giorni scorsi due dettagli interessanti a proposito del Consiglio comunale che si terrà il prossimo 11 ottobre a partire dalle 18:30.

Il primo dettaglio è proprio quello dell’orario: in una situazione in cui fino adesso i Consigli comunale si erano svolti, di solito, di mattina o nel primo pomeriggio, far tenere il consiglio comunale alle 18:30 significa evidentemente, secondo qualcuno, voler limitare al massimo i rischi di assenze dei consiglieri per impegni di lavoro. Il che è ovviamente un’esigenza legittima. Ma significa anche che è, evidentemente, diventato un problema per la coalizione capitanata dal sindaco Natalia anche il solo dover garantire gli elementi per la maggioranza ed il numero legale.

DANIELE NATALIA

L’altro dettaglio che si è messo in evidenza è il fatto che, contrariamente a quanto ci si poteva aspettare, il consiglio comunale della prossima settimana non si occuperà soltanto del conto consolidato che non è stato approvato negli ultimi due consigli comunali per le questioni che ormai da giorni incendiano la città. (Leggi qui Troppi assenti, il sindaco non ha la maggioranza. E leggi anche qui Non era ‘un banale incidente’: Il Consiglio salta anche oggi).

Ordine del giorno vasto

No; l’assise del prossimo 11 ottobre si occuperà, oltre che di questi, anche di una serie di variazioni di bilancio del regolamento servizi educativi per l’infanzia, e del bilancio di previsione finanziario 2022 2024. Un ordine del giorno vasto e molto articolato. Che, ragiona qualcuno all’interno della maggioranza, fa pensare ad una cosa molto semplice. E cioè che il sindaco, evidentemente non fidandosi della sua maggioranza, abbia voluto compattare tutti i punti possibili all’interno di un unico consiglio. Per cercare di serrare le fila e ottenere il massimo possibile dalla prossima assise.

Il che fa pensare che  siamo di fronte, se non all’ultimo, ad uno degli ultimi consigli comunali prima dell’inizio della campagna elettorale vera e propria che porterà alle Comunali previste per il prossimo maggio.

Situazione complessa

Danilo Tuffi, Daniele Natalia e Magno D’Angeli

Sul fronte della maggioranza, ormai come noto, la situazione è complicata;  gli ultimi due consigli Comunali andati a vuoto sul bilancio consolidato hanno plasticamente mostrato le fragilità di un gruppo che, dopo le uscite ormai nei fatti dei consiglieri D’Angeli Tuffi e Naretti, e con il mal di pancia per adesso soltanto fisico del consigliere Proietti, fatica a mostrare la propria compattezza.

Di fatto, al momento la maggioranza si regge soltanto sulla presenza del consigliere Proietti: se mancasse anche lui, diventerebbe impossibile garantire copertura alle decisioni della coalizione. La fragilità è anche dimostrata dal fatto che, contrariamente a quanto ci poteva pensare, sembra che i due assessori fatti fuori non verranno, almeno non a breve, reintegrati. Questo perché, hanno fatto notare sempre dall’interno della maggioranza, in questa fase andare a nominare due nuovi assessori significherebbe far entrare altri esponenti della maggioranza in consiglio. Andando però a toccare equilibri che, per il momento, è meglio non toccare.

Giuseppe Felli

Non che dall’altra parte le questioni manchino. Nel Campo Largo (ops, Civico), che mette assieme forze che vanno dal Pd all’ex FdI Alessandro Cardinali, la novità dell’ultima settimana è il fatto che si starebbe provando a convergere intorno al nome, come candidato a sindaco, dell’ex presidente del consiglio comunale della consiliatura Bassetta, Giuseppe Felli.

Le indiscrezioni narrano, di un incontro che si è tenuto qualche giorno fa tra lo stesso Felli ed il vice presidente della Provincia Cardinali. Per adesso però è ancora stand-by. Probabilmente se ne saprà qualcosa di più la prossima settimana. Lunedì Infatti è prevista una riunione del gruppo del Campo Civico che dovrebbe, tra le altre cose, anche affrontare proprio il tema del candidato a sindaco nella Città dei Papi.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright