Ferentino, niente fuochi d’artificio in Consiglio

A sorpresa il Consiglio Comunale non registra la spaccatura tra l'area del sindaco Pompeo e quella del suo predecessore Fiorletta. Anzi: hanno votato tutto e tutti insieme. Eppure appena sabato l'ala Fiorletta aveva disertato il Congresso

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

Senza fuochi d’artificio e senza bombe. Nemmeno due mortaretti o un petardo. Chi a Ferentino si aspettava fuoco e fiamme ed una presa di distanza del gruppo Ferentino nel Cuore verso il resto della maggioranza che sostiene il sindaco Dem Antonio Pompeo è rimasto deluso.

In Consiglio comunale infatti il Gruppo a sorpresa ha votato il Bilancio consuntivo 2021 ed altri punti all’Ordine del Giorno con il resto del centrosinistra. Erano presenti 3 dei 4 consiglieri comunali di Ferentino nel Cuore: l’ex sindaco Piergianni Fiorletta, il Consigliere provinciale Alessandro Rea e Giovanni Dell’Orco. Assente Angelo Picchi.

Lo strappo del Congresso

Il neo Segretario Pd al centro

Solo 48 ore prima del Consiglio nella sede locale del Pd si era consumato lo strappo politico tra l’area di Pompeo e quella di Fiorletta con il suo ex vicesindaco Luigi Vittori. I componenti di Ferentino nel Cuore, tutti tesserati Pd, non avevano partecipato al Congresso per il rinnovo del Segretario e di tutti gli organismi dirigenti lasciando così l’intera sezione in mano ad Antonio Pompeo. La parte del sindaco ha 29 delegati su 29. Un monocolore Pompeo. (Leggi qui cosa è accaduto e perché: Picchi è segretario ma il Pd si spacca)

Inoltre Ferentino nel Cuore non aveva partecipato alle votazioni del precedente Consiglio comunale su Bilancio di previsione 2022, variante urbanistica per strada – parcheggio – auditorium e sugli incentivi per l’occupazione del suolo pubblico.

Segnali di distensione?

Cosa è accaduto nel frattempo? La votazione può essere letta come un segnale di distensione e di conferma della lealtà al progetto amministrativo. I prossimi giorni diranno se il clima si è raffreddato e con quale prospettiva politica. Le due parti restano al momento abbottonate.

Il Consiglio intanto ha dato il via libera oltre al Bilancio consuntivo, alla surroga del consigliere dimissionario Giuseppe Iorio con Annapaola Celardi. Fa parte della lista Pompeo sindaco che esprime il presidente del consiglio comunale Claudio Pizzotti.

C’é stata poi la votazione sulla vicepresidenza del consiglio comunale. Come da prassi é andata all’opposizione. Eletto a sorpresa Franco Collalti di Fratelli d’Italia.

Scaramucce tra maggioranza e minoranza sul SIN con Luca Zaccari che ha invitato la giunta ad un tavolo tecnico con la regione Lazio per una rivisitazione del perimetro e sul lago di Canterno. Attaccato anche da parte di alcuni componenti della maggioranza il membro del CDA, tra l’altro di Ferentino, dell’Ente parco che gestisce il Lago di Canterno.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright