Le favole del calcio ed i grandi cantastorie: Veroli è “Calcio e terra”

Foto: © Frosinone Calcio

Nasce a Veroli il festival dello sport raccontato. Stirpe, Bellinazzo e Buffa tra i protagonisti

Il presidente Maurizio Stirpe a confronto con Marco Bellinazzo in un’intervista imperdibile destinata a far discutere il mondo del calcio e non solo. E poi Federico Buffa, il narratore per eccellenza dello sport che presenterà il suo spettacolo “Italia Mundial”. Il cartellone non è stato ancora svelato ma se le premesse sono queste la prima edizione del festival dello sport raccontato “Calcio e terra” si preannuncia un appuntamento singolare e di grande interesse.

La rassegna si terrà a Veroli a partire dal 15 giugno ed è organizzata dall’associazione culturale “Tutti i colori del libro”.

Il calcio romantico

Il festival sarà un viaggio nella passione per uno sport che da sempre fa sognare piccoli e grandi, uomini e donne. Storie, personaggi e libri per raccontare il calcio più autentico quello delle bandiere, della fede e del cuore.

«È il pallone dei bambini nei cortili. È il pallone delle piazze. È il pallone dei campi di calcio. È il pallone dello stadio. È il pallone del tifo, quello vero. È il pallone che fa innamorare di certi colori. Ognuno i suoi – scrivono i promotori sulla pagina facebook dell’associazione – Il calcio è come la terra, la propria terra. Si amano in maniera incondizionata. Tutti i colori del libro torna quest’anno con un festival. Si svolge a Veroli e si parla di calcio. “Calcio e Terra”, con la prima edizione del “Festival Nazionale dello Sport Raccontato”. Dal 15 giugno. Per chi ama il calcio, per chi ama la propria terra o semplicemente per chi vuole ascoltare storie da narratori».

Maurizio Stirpe si “confessa”

Il patron del Frosinone sarà il protagonista della serata del 15 giugno. Alle 21 nella suggestiva cornice di piazza Santa Salome verrà intervistato dal noto giornalista Marco Bellinazzo. Da una parte un presidente illuminato e vincente ma anche un imprenditore di successo e vice presidente di Confindustria.

Stirpe conosce il calcio a menadito, è il principale artefice del miracolo-Frosinone (due promozioni in serie A nel giro di quattro stagioni), ha realizzato uno stadio d’ultima generazione ed ha frequentato il “palazzo” in qualità di consigliere di Lega  e federale.

Dall’altra Marco Bellinazzo, importante firma de Il Sole 24 Ore per il quale cura il seguitissimo blog “Calcio & business“. Napoletano, 45 anni, è tra i massimi esperti di economia sportiva e, in particolare, dei “business” che ruotano intorno al mondo del calcio. Autore di libri di successo come  “Il Napoli di Maradona” (Mondadori, 2012), “Goal Economy” (Baldini e Castoldi, 2015), “I veri padroni del calcio” (Feltrinelli, 2017); “La fine del calcio italiano” (Feltrinelli, 2018). 

Insomma ne sentiremo delle belle in un confronto che si snoderà tra calcio ed economia. Un confronto che si preannuncia molto interessante. Bellinazzo è un giornalista molto preparato che non fa sconti. Stirpe è un presidente di larghe vedute e soprattutto senza peli sulla lingua.

Previsto il tutto esaurito in piazza Santa Salome con tanti tifosi giallazzurri che saliranno nella vicina Veroli per assistere all’attesa intervista al presidente Stirpe.

Buffa racconta gli eroi di Spagna 1982

Sabato 20 luglio il festival accoglierà lo spettacolo “Italia Mundial”. Federico Buffa farà rivivere il trionfo mondiale degli azzurri di Bearzot. A partire dalle 21.00, sul palco di piazza Santa Salome il popolare giornalista, autore e narratore, accompagnato dal pianista Alessandro Nidi, racconterà i mondiali del 1982 che videro il trionfo dell’Italia di Enzo Bearzot. Regia di Marco Caronna.

Nella voce del formidabile storyteller rivivono momenti indimenticabili come i gol di Paolo Rossi, l’urlo di Marco Tardelli, le parate di Dino Zoff, la pipa di Enzo Bearzot, la notte magica del Bernabeu, le braccia al cielo del presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Oltre ad aneddoti e “storie parallele” su una vittoria indimenticabile. 

Non solo Stirpe, Bellinazzo e Buffa

Tanti atri eventi arricchiranno una kermesse inedita per la Ciociaria e di spessore. Il programma completo non è stato ancora ufficializzato ma la qualità è assicurata.

Di sicuro ci sarà un concorso per cortometraggi e documentari dedicati al mondo dello sport della durata massima di dieci minuti grazie alla collaborazione con “Dieciminuti Film Festival” che ogni anno si tiene a Ceccano. Perciò è stato lanciato uno spin-off, ossia 10° Minuto, Storie di Sport in Dieci Minuti”. I mini-film saranno proiettati durante una delle serate del festival.