Maurizio Stirpe

Il Frosinone torna in ritiro a Fiuggi: amarcord e assist

La squadra giallazzurra svolgerà la seconda parte della preparazione (19-31 luglio) nel centro termale che in passato ha già ospitato i canarini nel pre-campionato. La località, famosa per la sua acqua, ha accompagnato la squadra del patron Stirpe nelle stagioni delle promozioni in Serie C1 ed in B. Per la cittadina ernica un’occasione di rilancio turistico in un periodo così difficile.

Frosinone, Grosso ha firmato: ecco il primo tassello

Ufficiale la conferma del tecnico che ha sottoscritto un contratto biennale. Il club giallazzurro quindi riparte nel segno della continuità affidandosi all’allenatore che ha chiuso la stagione portando la squadra in salvo. Ora la dirigenza si concentra sul mercato con una rosa da rimodellare. Ufficializzato il giovane difensore centrale Gatti della Pro Patria. In arrivo anche Olzer e Brescianini dal Milan.

Dai vaccini al grande salto. E alla fine arriva Zingaretti

Terzo tempo. Fischi e fiaschi della settimana. L’inaugurazione della struttura della Prima Sole, ma anche il passaggio di Lucio Fiordalisio dal Pd a Fratelli d’Italia. La polemica alla Provincia che ha coinvolto Daniele Maura e la candidatura a sindaco di Alatri di Maurizio Cianfrocca. Ma è la scelta del Governatore di concorrere al Campidoglio che cambia completamente il quadro.

La scossa di Stirpe: “Dispiace per Nesta ma basta alibi”. Arriva Grosso

Il presidente del Frosinone ha spiegato i motivi del licenziamento del tecnico. “Nelle ultime due partite ci sono stati segnali preoccupanti ma il problema non è solo l’allenatore”. Domani sarà ufficializzato il nome del successore. Salvo clamorosi colpi di scena sarà l’ex Bari e Verona, anche lui campione del mondo nel 2006. Ma il patron ha anche messo in discussione il suo futuro nel club: “Inizia una fase di valutazione, in questo periodo mi sono sentito molto solo”.

Stirpe come Fca: operazione con Sace per il rilancio post covid

La Holding di Maurizio Stirpe conclude un’operazione analoga a quella che ha consentito a Fca di consolidarsi e spiccare il balzo che l’ha portata all’abbraccio con Psa. Operazione da 125 milioni di euro. Servirà per “proseguire il piano di investimenti e guardare con ottimismo al futuro”

Stirpe