Gasbarra: “Candidato? Qui per ascoltare”

Riappare in pubblico Enrico Gasbarra. A chi gli domanda se sarà lui il candidato 'si sintesi' del Pd per il dopo Zingaretti lui risponde "Sono venuto per ascoltare”

Il nome ‘di sintesi‘ è il suo. Tradotto dal politichese: se non c’è un’ampia convergenza sul nome del vice presidente uscente Daniele Leodori o su quello dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, il Partito Democratico punterà su un nome di sintesi. Cioè, capace di mettere insieme buona parte del Pd, rendendo superflue le Primarie. Il nome è quello di Enrico Gasbarra e lo ha sussurrato mesi fa Nicola Zingaretti al Segretario nazionale Enrico Letta.

Non è un caso che il nome dell‘ex presidente della Provincia di Roma che lasciò il timone a Nicola Zingaretti giri da qualche mese nelle chat dei dirigenti regionali del Pd. È la possibile suggestione al termine dell’avventura dei dieci anni di Zingaretti in Regione.

Guarda chi si rivede: Gasbarra

Enrico Gasbarra (Foto: Daniele Scudieri © Imagoeconomica

Gasbarra, nel pomeriggio di lunedì è stato avvistato ad un grande evento organizzato dalla Lista Civica Gualtieri. Lo hanno visto all’Acquario Romano alla presenza dello stesso sindaco della Capitale, di diversi assessori e di molti dirigenti del Pd. Come il potentissimo Claudio Mancini, il Segretario del Pd di Roma Andrea Casu ed il determinante Capo di Gabinetto dello stesso sindaco, Albino Ruberti.

Per ora Gasbarra ha nicchiato. “Non parlo da anni – ha risposto a chi gli chiedeva un commento sulla sua possibile candidatura al termine dell’evento – sono qui solo per ascoltare le voci di questo bel progetto. Ci fu l’esperienza di una lista civica con Rutelli e poi quella di Veltroni. Ora questa, che mi sembra la più corposa che Roma abbia mai avuto“.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright