I voti segreti a Zingaretti: da M5S arrivati 117mila voti e 66mila da destra

L'analisi dei flussi di voti. A Nicola Zingaretti sono arrivati i sostegni anche dagli elettori degli altri schieramenti. Un elettore M5s su dieci alla Camera avrebbe poi votato Zingaretti alle Regionali. Altri 66mila voti dal centrodestra

Nicola Zingaretti è stato votato anche dagli elettori del Movimento 5 Stelle e del centrodestra. A rivelarlo è stato lo studio ‘Speciale elezioni 2018‘ sui flussi di voto alle Regionali del Lazio: lo ha elaborato l’agenzia Swg sulla base dei dati elettorali e di sondaggio.  L’analisi conferma le anticipazioni fatte in giornata da Alessioporcu.it (leggi qui Quei voti grillini che sono mancati a Roberta Lombardi)

 

La conferma del governatore per il secondo mandato è arrivata anche grazie a 117mila voti grillini: gli sono stati girati da elettori che alla Camera ed al Senato hanno votati Movimento 5 Stelle. Un elettore M5s su dieci alla Camera avrebbe poi votato Zingaretti alle Regionali.

 

Altri 66mila voti sono arrivati a Nicola Zingaretti da elettori che al Parlamento hanno votato per il Centrodestra ma alla regione non hanno appoggiato Stefano Parisi.

Quale Partito di centrodestra ha votato Zingaretti? L’analisi di questi flussi di voto dice che alla Camera sono stati soprattutto i centristi di Noi Con l’Italia: il 27% di loro ha appoggiato Zingaretti. Ma anche Lega e Fratelli d’Italia lo hanno sostenuto: le percentuali vedono un 5% a testa di spostamento del voto da parte dei salviniani e dei simpatizzanti di Giorgia Meloni.

Il numero di ‘tradimenti’ più basso è il 3,5% degli elettori di Forza Italia.

Altra massa di voti è arrivata dagli ‘altri’: al 16%.

 

In un altro quadro di sintesi viene misurata la ‘fedelta” degli elettori ai loro schieramenti: chi ha votato centrodestra alla Camera ha votato poi al 70% Stefano Parisi, cioe’ il candidato di centrodestra, al 5% Nicola Zingaretti e all’1% la pentastellata Roberta Lombardi.

Chi ha votato centrosinistra alla Camera e’ stato invece piu’ ‘fedele’: l’83% ha votato anche Zingaretti, mentre il 3,5% ha scelto Parisi; solo lo 0,3% degli elettori di centrosinistra ha spostato il voto regionale su Lombardi.

In mezzo ci sono gli elettori del M5s alla Camera: il 72% ha confermato la sua scelta preferendo Lombardi, un 10% Zingaretti e solo lo 0,7% alle Regionali ha preferito Parisi.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright