Il Pagellone di Vicenza-Frosinone 0-2

Il Pagellone di Vicenza-Frosinone 0-2. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo nella gara.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il Pagellone di Vicenza-Frosinone 0-2. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo nella gara. (Leggi qui Un Frosinone d’autore sbanca Vicenza 0-2).

IL MIGLIORE

Ciano

Festeggia la sua trecentesima partita in Serie B con un gol bello e pesante. Colpisce anche un palo grazie ad un rasoterra dalla distanza. Fallisce tra l’altro un’occasione ghiottissima: se il Frosinone non avesse vinto, quell’errore sarebbe stato un macigno per l’attaccante giallazzurro.

Ed invece il calcio è bello proprio per questo. Quando sbagli hai sempre la possibilità di riscattarti. E Ciano lo fa addirittura con gli interessi. Il nuovo ruolo da prima punta lo sta intrigando e la rete segnata con un tocco di testa in piena area tra due avversari è la dimostrazione.

L’intuizione di Grosso si sta rivelando vincente anche perché Ciano sta lavorando sodo per entrare nel migliore dei modi nella parte.

Voto: 7,5

Dal 31’ st Tribuzzi 

Entra per cercare di dare freschezza in un momento della gara dove le squadre sono molto stanche. Prova lo spunto ed ha il merito con un’azione personale di procurarsi il rigore che di fatto mette in ghiaccio il risultato. 

Voto: 6,5

Ravaglia

In avvio deve metterci una pezza sulla conclusione di Diaw scappato via a Gatti. Si ripete al 24’ quando d’istinto devia un pallone sfiorato di testa ancora da Diaw. Mostra sicurezza anche nelle uscite almeno fino al 45’: è indeciso su un campanile ma per fortuna il Vicenza non sa approfittarne.

Nel secondo tempo ordinaria amministrazione: i biancorossi si fanno vedere raramente dalle sue parti. Nel finale copre bene il palo sul tiro di Diaw ed evita la sofferenza.

Voto: 6,5

Zampano

Assente Brighenti, torna sulla fascia destra. Più guardingo del solito anche perché deve coprire le spalle a Canotto. Un paio d’interventi duri: il primo su Calderoni, costretto addirittura ad uscire, e poi su Bruscagin (viene ammonito). Qualche incursione delle sue come nel secondo tempo quando lancia Canotto verso la porta. Ci mette esperienza e senso tattico.    

Voto: 6

Szyminski

Concentrato e ben posizionato, guida la difesa che al netto delle due occasioni di Diaw concede poco o nulla al Vicenza. Preciso ad inizio manovra, si proietta in attacco sui 12 corner ma non riesce mai ad impattare. E’ ormai il pilastro della difesa giallazzurra.   

Voto: 6,5

Gatti

Si presenta con un brutto errore che lancia Diaw ma poi riesce a rimediare ricacciando fuori dalla porta il pallone smorzato da Ravaglia. Nei primi minuti fatica a prendere le misure a Diaw, attaccante mobile e veloce. Cresce in corso d’opera e non sbaglia più nulla anche se in verità gli attaccanti del Vicenza spariscono con il passare dei minuti. Sulle palle alte si conferma un fattore.  

Voto: 6

Cotali

All’esordio dal 1’ viaggia a corrente alternata. Prova a spingere ma deve pure stare attento a Di Pardo e Zonta. Molto deciso quando c’è da chiudere in fase difensiva. Qualche buona azione insieme a Garritano e Zerbin. Nella ripresa spinge di più ed al contempo difende con ordine.

Voto: 6

Boloca

Svolge un grande lavoro pressando a tuttocampo e sporcando tutte le linee di passaggio degli avversari. Recupera un’infinità di palloni, sfoderando una condizione atletica a dir poco invidiabile. Interpreta il ruolo con personalità ed intelligenza tattica. Grosso lo sta responsabilizzando e il centrocampista finora ha risposto presente.

Nella ripresa è anche più intraprendente ed è spesso lui a condurre le tante azioni d’attacco create dal Frosinone.   

Voto: 7

Il goal del Frosinone

Maiello

Il regista giallazzurro chiude il match segnando un rigore molto importante. La conclusione è precisa e non dà scampo al portiere Pizzignacco. Prestazione di spessore: garantisce protezione alla difesa e fa ripartire la manovra giallazzurra.

La stagione scorsa aveva finito in crescendo. In queste prime due partite sta continuando su questa linea. 

Voto: 7

Garritano

L’ex Chievo debutta dal 1’ dopo lo scampolo giocato col Parma. Grosso lo schiera da mezzala sinistra e non da attaccante. Gara positiva sotto tutti i punti di vista, assicura alla squadra i necessari cambi di passo. E’ suo l’assist nel primo tempo per Ciano che fallisce la rete da due passi. Poi altri spunti di qualità. Vicino al gol in apertura di ripresa. Deve ovviamente trovare la condizione giusta,

Voto: 6,5

Dal 44’ s.t. Haoudi

Esordio in B per il giovane centrocampista italo-marocchino.

Voto: s.v.

Canotto

Gli manca solo il gol alla fine di una partita dove è imprendibile per i difensori del Vicenza. Mostra di avere un altro passo, bruciando l’avversario di turno. Schierato a destra nel tridente, affonda il coltello con grande facilità. Sfortunato e talvolta forse poco lucido nelle conclusioni. Come negli assist. Deve migliorare il feeling con la rete.   

Voto: 7

Dal 44’ s.t. Satariano

Anche per l’attaccante maltese “prima” in Serie B.

Zerbin

E’ sicuramente una delle rivelazioni di queste prime due partite. Grosso infatti lo conferma nell’undici titolare e l’ex Napoli lo ripaga con una prestazione positiva. Parte un po’ comtratto tanto che viene ammonito. Ma poi si scioglie diventando una spina nel fianco destro del Vicenza. Confeziona il cross per il colpo di testa di Ciano che sblocca la partita.

Deve migliorare il tiro: è bravo a crearsi gli spazi ma la battuta lascia a desiderare.

Voto: 6,5

Dal 31’ s.t. Charpentier

In campo per sfruttare la sua fisicità ed alzare il baricentro. Si batte con ardore. 

Voto: s.v.

Grosso

Quattro punti nelle prime 2 partite: buona la partenza di Grosso e del suo Frosinone. La squadra, impostata dal tecnico abruzzese, gioca un calcio verticale con gli esterni d’attacco sempre molto pericolosi. Indovina tutte le mosse. La crescita di Boloca e l’intuizione di Ciano centravanti sono le classiche ciliegine sulla torta.   

Voto: 7

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright