La strana estate di Re Camillo Ciano (di A. Salines)

Foto: © Frosinone Calcio

La strana estate di Camillo Ciano: re della cadetteria arrivato ad un bivio professionale. Tanti sondaggi, una sola richiesta ufficiale. La decisione è attesa per la prima settimana di agosto. Mister Nesta intanto gli ha consegnato le chiavi dell'attacco del Frosinone

Alessandro Salines

Lo sport come passione

La strana estate di Camillo Ciano. Un’estate amletica. Un’estate con tanti dubbi e poche certezze. Un’estate lunga. Per certi versi paradossale. Se da una parte il fantasista di Marcianise sembra avere la valigia pronta sul letto come nella famosa canzone di Julio Iglesias, dall’altra il tecnico Alessandro Nesta gli ha consegnato le chiavi dell’attacco del nuovo Frosinone disegnato con il 4-3-1-2. Insomma si sfoglia la margherita: parte o non parte. E ogni giorno che passa è un sospiro di sollievo per Nesta e i tifosi. La strana estate di Camillo Ciano. 

Il trequartista sempre al centro del mercato

Sin dalla fine del campionato il nome di Ciano è stato accostato a diversi club di serie A. Una ridda di voci e indiscrezioni che rimbalzano da una parte all’altra della penisola pallonara. In ordine sparso si sono interessate al trequartista campano il Cagliari, il Genoa, l’Udinese, la Spal, il Parma, il Lecce e il Verona. D’altronde Ciano è reduce da stagioni importanti. Anche l’ultima è stata positiva malgrado la retrocessione dei canarini.

Al suo primo anno in serie A 7 reti e 5 assist in 33 presenze non sono poca cosa. Ed è chiaro che a 29 anni il giocatore abbia l’ambizione di effettuare il definitivo salto di qualità.

Il Frosinone dal canto suo non vuole tarpargli le ali ma neppure è intenzionato a svenderlo. Attualmente Ciano ha una valutazione stimata da transfermarkt.it di 3 milioni di euro. La società ciociara lo aveva prelevato a luglio 2017 dal Cesena per una cifra superiore al milione ed ha un contratto fino al 2021.

In questi giorni si parla tanto di un pressing del Verona, neo promosso in serie A, che vuole la mezzapunta. Circolano cifre (i siti specializzati azzardano un’offerta di 2 milioni degli scaligeri) ed eventuali contropartite tecniche (Di Gaudio). La dirigenza giallazzurra aspetta la proposta indecente per cedere un giocatore come Ciano che ad oggi viene ritenuto uno dei pilastri della squadra. Inoltre c’è da considerare che solo il Parma nelle settimane scorse avrebbe presentato un’offerta ufficiale per iscritto.

Il resto sono sondaggi, contatti più o meno informali e schermaglie di procuratori (per la cronaca il suo è Mino Raiola) e mediatori. La sensazione è che la prima settimana di agosto sia decisiva in un senso o in un altro. Anche perché il Frosinone dovrà avere il tempo per trovare un sostituto all’altezza.

Nesta alla finestra aspetta e spera

Ciano intanto è al lavoro nel ritiro di Ronzone. Come detto Nesta gli ha consegnato le chiavi dell’attacco giallazzurro. Nelle tre amichevoli disputate il fantasista ha giostrato da trequartista con la missione d’inventare calcio e magari finalizzare (suo il primo gol della stagione all’Amatrice). I risultati sono stati incoraggianti. E sarà così anche domani sera alle 20.30 nel test di Trento contro il Lecce. Prima partita di un certo livello per la formazione di Nesta. Un incontro dal quale saranno tratte indicazioni importanti. 

L’allenatore del Frosinone è consapevole che il mercato potrebbe privarlo di Ciano ma spera che alla fine il giocatore possare restare e diventare uno degli uomini di punta del suo scacchiere.

Alla Gazzetta dello Sport l’ex difensore azzurro è stato chiaro sulle eventuali cessioni di Ciano e Ciofani: «Sono nostri, se possiamo li teniamo. La società valuterà la soluzione migliore, senza offerte valide rimarranno qui». E il club in tal senso ha le idee chiare ed ha tracciato una sorta di deadline sulle cessioni eccellenti: o si fanno entro il 10 agosto o niente da fare.

In serie B è un vero crack

Per il Frosinone riuscire a trattenere Ciano sarebbe un vero colpo di mercato. Camillo tra i cadetti fa la differenza e non è un modo di dire. Poco di un anno fa è stato tra i principali protagonisti della promozione in A del Frosinone con 16 reti in 46 gare tra le quali 2 nella doppia finale playoff vinta con il Palermo. Il tutto poi condito da 17 assist. Decisivo a dir poco.

E prima di approdare in Ciociaria nei precedenti tre tornei di B era sempre andato in doppia cifra: 17 gol al Crotone, 12 e 15 nelle due stagioni trascorse al Cesena. In totale nel secondo campionato nazionale vanta 242 partite, e 72 centri.

Un “re” della cadetteria ora arrivato ad un bivio della carriera. La strana estate di Camillo Ciano.            

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright