Mastrangeli si porta avanti con il lavoro

L’approvazione del Bilancio e del Documento Unico di Programmazione fissano i paletti finanziari della prossima Amministrazione. L’assessore tecnico al Bilancio può diventare sindaco politico. E allora tanto vale fare i compiti a casa.

Ormai da settimane il sindaco uscente di Frosinone Nicola Ottaviani fa intervenire l’assessore alle Finanze Riccardo Mastrangeli praticamente su tutto. Chiara l’intenzione di legittimarlo sin da questa fase, anche se le primarie vere e proprie si terranno il 27 marzo.

Ieri la giunta ha approvato lo schema di Bilancio di Previsione 2022–2024 e il Documento Unico di Programmazione (Dup), documenti che verranno poi proposti all’attenzione del consiglio comunale. Riccardo Mastrangeli, da assessore al Bilancio, in questi dieci anni, ha avviato il Comune sui binari del rientro da un deficit di 50 milioni di euro. Se dovesse essere eletto sindaco a giugno, i provvedimenti approvati ieri rappresenterebbero la pietra miliare della sua Amministrazione.

Venti milioni e due fronti

Riccardo Mastrangeli

Infatti Mastrangeli ha affermato: “Nel triennio 2022-2024, l’Amministrazione è impegnata in diversi fronti di rilevante importanza, ben declinati sia nella sezione strategica sia in quella operativa. Dal lato delle risorse straordinarie previste dal PNRR, l’ente è titolare di un finanziamento già accordato con decreto ministeriale di circa 20 milioni di euro”.

L’Amministrazione si è mossa su due diverse direttrici. La prima è quella della sottoscrizione di un accordo con l’Anci del Lazio. Servirà ad attivare tutte le azioni strategiche necessarie all’espletamento delle procedure per l’accesso ai fondi straordinari messi a disposizione. La seconda direttrice ha riguardato il potenziamento del personale degli uffici tecnici”. 

Mastrangeli da assessore a sindaco

L’approvazione del Bilancio di Previsione 2022-2024 ha messo in sicurezza il livello finanziario. Riccardo Mastrangeli ha voluto gettare le basi finanziarie della prossima Amministrazione, facendo anche capire che dopo la stagione del risanamento dovrà necessariamente arrivare quella degli investimenti e del rilancio del Comune. Specialmente nel settore del Personale.

In questi ultimi anni il Comune ha dovuto fare i conti con un oggettivo indebolimento del Personale. Adesso però è necessario invertire il trend. Riccardo Mastrangeli fa della cautela il suo tratto distintivo, ma con l’operazione dell’approvazione del Bilancio e del Dup ha in ogni caso stabilito i confini finanziari del nuovo Comune. Preparando di fatto il suo passaggio da assessore tecnico al Bilancio a sindaco politico.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright