Regionali: candidati a 5 Stelle, ecco chi ci prova

Via all'iter per selezionare i candidati alla Regione Lazio per il M5S. In campo il capogruppo uscente Loreto Marcelli. E l'ex deputata Segneri. Le polemiche sull'incompatibilità della candidata presidente Bianchi. 'Inesistenti' assicura l'ex ministro Costa

La data ancora non c’è. Ma la decisione è quella di andare avanti con il nome della giornalista Donatella Bianchi: nonostante i sondaggi e nonostante le polemiche. Il Movimento 5 Stelle ha messo in moto la macchina delle votazioni interne con cui definire i suoi candidati nelle province del Lazio. E poi una volta selezionati gli aspiranti Consiglieri li presenterà insieme al suo candidato Governatore della Regione.

I sondaggi di questi giorni hanno messo in chiaro un dato: la scelta del M5S di schierare un suo candidato moltiplica le possibilità di vittoria del centrodestra; la somma dei suoi voti e quelli del Pd, riproponendo l’alleanza che già oggi governa il Lazio, terrebbe invece tutti in partita.

Non a caso, Alessio D’Amato l’assessore alla Sanità che in questi anni ha affrontato il Covid nel Lazio dalla giunta Zingaretti ed ora è candidato governatore dal polo progressista, ha proposto agli elettori M5S di fare voto disgiunto. Cioè votare lui come Governatore ed i loro candidati per il Consiglio.

Bianchi non è incompatibile

Donatella Bianchi (Foto: Carlo Lannutti © Imagoeconomica)

In attesa della presentazione ufficiale della candidatura di Donatella Bianchi alla presidenza della Regione Lazio, il M5S serra le fila e lavora per portare a termine la definizione delle linee programmatiche. L’annuncio del nome della conduttrice di Linea Blu su Rai Uno ha destato qualche polemica: c’è chi ha sollevato dubbi di incompatibilità. Non per il suo ruolo di giornalista Rai: nulla glielo impedisce, allo stesso modo nulla lo impedì a Piero Marrazzo e prima di lui a Piero Badaloni.

L’incompatibilità ipotizzata è quella con il suo ruolo di presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Incompatibilità “inesistente” per i 5 stelle, primo fra tutti l’ex ministro per l’Ambiente Sergio Costa. Fu proprio lui a proporre la terna di nomi per la guida del parco ligure: in quella terna c’era anche Donatella Bianchi.

Su quest’ultimo punto, c’è stato un tweet velenoso di Luciano Nobili di Italia Viva. Ha parlato di “nostalgie gialloverdi“. Ha twittato di trovare “curioso” che Conte fosse andato a cercare il nome del suo candidato tra le fila del centrodestra visto che “la Bianchi è stata nominata presidente del parco delle Cinque Terre dalla giunta leghista di Toti“. Ma l’ex ministro Sergio Costa ribatte che “la nomina del presidente di un parco viene fatta dal ministro dell’Ambiente d’intesa con il presidente di Regione (non con la giunta) e all’epoca trovò tutti d’accordo, visto il curriculum della Bianchi“. (Leggi qui Regionali: la Lega rivuole il Parco della candidata M5S).

Gli aspiranti candidati dei 5 Stelle

Il capogruppo uscente Marcelli

In serata il M5S ha definito la griglia dei 15 candidati che adesso passeranno al vaglio degli iscritti in provincia di Frosinone. Ne sceglieranno 6: tre uomini e tre donne da schierare nella lista dei Consiglieri.

Il primo nome è quello del Capogruppo uscente in Regione Lazio Loreto Marcelli di Sora. A seguire c’è quello dell’ingegnere Nader Al Katib di Torrice: gestisce un laboratorio di innovazione per la diffusione della cultura digitale nelle aziende.

Stella Andreini è di Anagni: è una consulente d’impresa e lavora presso l’Open Hub Lazio di Cassino; si occupa di imprese, di bandi e finanza agevolata. Maria Evangelista è di Cassino, assistente amministrativo in uno dei Licei della città.

In campo c’è anche l’imprenditore Massimiliano Evangelista di Cassino: è il fondatore di Iidm, azienda che si occupa di informatica, innovazione, digitalizzazione e marketing. Ivan floriani è di Colleferro, studia a Tor Vergata nella facoltà di Scienze dell’amministrazione e Relazioni internazionali.

È di Roccasecca Anna Fraioli, autrice del Corso di formazione aziendale di Sostegno presso il ConfasalForm. Insegna nella scuola primaria Daniela Luzi di Giuliano di Roma. Vive a Frosinone e fa il pendolare con Roma Romolo Mairelli: è stato candidato alle Elezioni Europee per il Movimento arrivando tra i primi trenta nel Lazio.

Ex parlamentari e consulenti

Beppe Grillo Foto © Imagoeconomica, Benvegnu’ Guaitoli

Alatri è la città che ha espresso il due volte deputato Luca Frusone. Ha lasciato il M5S per seguire Luigi Di Maio: ma il Partito è stato soffocato nella culla dalla caduta del Governo Draghi. Ora da Alatri si candida Renato Marras consulente informatico e perito forense. Da Cassino invece si candida Domenico Natale

Nome noto è quello dell’ex onorevole Enrica Segneri di Frosinone. Fedele alla sua linea ortodossa non ha seguito la posizione di Giuseppe Conte a proposito delle armi all’Ucraina e questo ha creato una frattura. Ha deciso di non ricandidarsi a Montecitorio e ci prova ora con la Regione.

Roberto Simone è di Sora e fa l’insegnante. Attilio Simonelli di Arpino invece è avvocato. Mentre Michela Spaziani di Frosinone è ingegnere informatico, Developer Senior in una software house del settore Servizi per le Farmacie.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright