Si alla Rigenerazione, addio alla Lega: fine dei Consigli nel 2021

L'ultimo Consiglio del 2021 porta a Cassino la sua Rigenerazione Urbana. Che fu alla base della caduta dell'amministrazione precedente. Addio di Bevilacqua alla Lega. Va in FdI da dove però esce Evangelista.

Alberto Simone

Il quarto potere logora chi lo ha dato per morto

Questa Rigenerazione Urbana doveva essere fatta quando eravamo noi in maggioranza, ma all’epoca i nostri rampolli che erano molti rampanti non ce lo permisero. Anzi addirittura firmarono la sfiducia. Oggi quindi non posso non votare favorevole alla Rigenerazione Urbana perché si tratta di un atto concreto e non di un proclama”. Bastano le parole di Franco Evangelista, consigliere eletto nella Lega passato a Fratelli d’Italia ed oggi indipendente, per fotografare l’ultima assise civica del 2021. È quella che ha dato il via libera definitivo alla Rigenerazione Urbana.

Il sindaco Enzo Salera non è stato presente fisicamente in Aula ma ha seguito da remoto: è in isolamento fiduciario così come prevede il protocollo della Asl. Perché? È entrato in contatto con una persona risultata positiva al Covid. Per questo motivo domani non ci sarà neanche la consueta relazione di fine anno: è rinviata ai primi giorni del 2022.

Cassino cambia volto

L’intervento di Salvatore Fontana

Ma torniamo al Consiglio. Lo strumento urbanistico approvato oggi è di fatto una sorta di adeguamento del Piano Regolatore. Come ha ricordato il consigliere Evangelista in Aula, fu uno dei motivi che portò le prime fibrillazioni nell’amministrazione di centrodestra di Carlo Maria D’Alessandro. Che culminarono poi con la sfiducia.

Ora invece il documento è passato con il voto favorevole non solo della maggioranza ma anche di cinque consiglieri dell’opposizione: Francesca Calvani (Fi), Franco Evangelista (Fdi), Michelina Bevilacqua (Lega), Renato De Sanctis e Luca Fardelli (civici indipendenti). Salvatore Fontana, Giuseppe Golini Petrarcone e Massimiliano Mignanelli si sono astenuti. L’unico voto contrario è giunto da Benedetto Leone.

Al netto delle osservazioni puramente tecniche che il consigliere ha fatto nel corso del suo intervento, è interessante ancora una volta l’aspetto politico: assenza completa di dialogo e di sinergia con gli altri consiglieri della coalizione. Se Leone vuole costruire le basi per un nuovo Centrodestra dovrà partire proprio dai consiglieri: nei suoi primi sei mesi in Assise il confronto con i colleghi sui temi amministrativi e politici è completamente mancato. Non è un caso che dopo le sue critiche alla Rigenerazione abbia preso la parola Francesca Calvani di Forza Italia per sottolineare il suo voto favorevole e dire che si tratta di un provvedimento importante.

La maggioranza blindata

Sul versante opposto, quello del Centrosinistra, l’ultima assise mette invece in risalto ciò che è andato in scena nel corso del 2021 e più in generale dei primi due anni e mezzo di consiliatura: una maggioranza granitica. Al punto da riuscire ad affrontare ed archiviare senza scossoni ogni fibrillazione. Senza ricorrere ad un rimpasto di giunta. Cosa non affatto scontata al giro di boa della consiliatura.

Le vere novità politiche, più che dal Consiglio, sono giunte dal post Consiglio. Nel 2022 la Lega non sarà più rappresentata all’interno del Consiglio comunale di Cassino. Dopo l’addio di Franco Evangelista, anche Michelina Bevilacqua ha annunciato il suo addio al Partito. Lo ha fatto oggi a margine dell’assise. Si è recata nello studio dell’avvocato Gabriele Picano ed ha preso la tessera di Fratelli d’Italia. Percorso simile a quello compiuto da Franco Evangelista che si tesserò on line ed ora però ha annunciato di non voler rinnovare la tessera nel 2022. (leggi qui La Lega sparisce da Cassino: tutti Fratelli).

Un Gruppo di Fratelli

Michelina Bevilacqua

Adesso però c’è la possibilità di creare il gruppo consiliare di FdI in Consiglio comunale. Composto dagli stessi consiglieri che dal 2019 al 2021 hanno vestito la casacca della Lega.

Sono felice di entrare nella grande famiglia con a capo la leader Giorgia Meloni e volendo contribuire a rafforzare il Partito insieme agli onorevoli Francesco Lollobrigida, Paolo Trancassini, Massimo Ruspandini e Gabriele Picano” dice Bevilacqua senza specificare di voler creare il gruppo in Consiglio comunale. Ma il passo successivo potrebbe andare proprio in questa direzione.

Un passo che però non intende compiere Franco Evangelista. Che dice: “Io nel 2022 non rinnoverò la tessera di Fratelli d’Italia. Non mi sono state date garanzie su un nuovo percorso politico a beneficio della città e del territorio, non si vuole creare un’alternativa politica seria”. Tradotto dal politichese all’italiano: a Cassino FdI non intende tagliare i ponti con Mario Abbruzzese.

Intanto la responsabile del dipartimento attività produttive provinciale e dirigente cittadino di FDI Manuela Di Ruscio accoglie la neo tesserata: “Mi congratulo con Michelina Bevilacqua per l’ingresso nel Partito. Sono certa del contributo fattivo che Michelina può dare al radicamento ulteriore di Fdi. Con un rappresentante in Consiglio comunale le battaglie cittadine finalmente troveranno un degno rappresentante che le porterà nella massima assise cittadina. La politica è rivolta al perseguimento del bene comune e l’amica Michelina Bevilacqua da sempre e’ dedita ad aiutare il prossimo. Sono certa che farà bene nel nostro Partito”.

Ancora nessun commento pubblico, invece, dalla portavoce cittadina di FdI Angela Abbatecola.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright