Emilia Rea, la prof. della notte prima degli esami (Ricordi in bianco & nero)

Foto: copyright Archivio Piero Albery

Era la prof ala quale affidavi le tue angosce. Quella con cui festeggiavi un successo. O elaboravi una sconfitta. Non staccava mai: passeggiava con gli studenti, parlava con loro. Il mito della prof Emilia Rea.

Fausta Dumano

Scrittrice e insegnante detta "Insognata"

Ha formato generazioni di studenti, coniugando l’amore per la classicità con uno spirito moderno. Ricordi in bianco e nero… la prof. Emilia Rea camminava per ore in compagnia dei giovani, non smetteva mai di fare la prof, ci illuminava con la Cultura.

Ricordi in bianco e nero… Passeggiando, abbiamo fatto dei solchi , tracciato dei sentieri dalla piazza, il salotto culturale, a Fuoriporta. Intrecciava nel parlare la sua passione per il classico fino alla modernità. Dove si muoveva un fermento culturale c’era lei, sostenitrice attiva della ”prestigiosa gara del Certamen dedicato a Cicerone, figlio illustre di Arpino.

Era lei a gestire la  biblioteca del liceo, dove insegnava. Ha aperto la strada della scrittura per il giornalino: oggi è una prova l’articolo di giornale per i maturandi.

Una prof impegnata, che chiudeva il registro, ma non staccava mai la spina, Sempre connessa con il pianeta giovani. Ricordi in bianco e nero… nelle lunghe camminate la prof diventava ”la consigliera” a cui potevi affidare  i tuoi ”segreti’ ‘le tue pene, ma anche consigliera culturale, non perdeva mai di vista i suoi ex studenti.

PUNTO DI RIFERIMENTO CULTURALE

Un punto di riferimento culturale, una ”dantista” che sapeva nello stesso tempo essere moderna, contemporanea. Ricordi in bianco e nero: anche io mi sono nutrita dei suoi preziosi insegnamenti, punto di riferimento nella conquista di abilitazioni e concorsi. Si potrebbe scrivere di lei ”passeggiate culturali‘.

Pratica e concreta ti affascinava. Ricordi in bianco e nero: la ricordi sempre circondata dagli studenti. La piazza  con lei si nutriva di cultura. Pioniera del dialogo educativo, manteneva la sua autorevolezza  pur diventando ”la consigliera”.

Ci sono dei docenti che lasciano il segno, lei sicuramente ha lasciato solchi enormi  nella formazione.

 

NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI

Perché lei era la prof che la notte prima degli esami. Ti rassicurava.

Era la prof con cui festeggiavi per prima un successo, con cui elaboravi una sconfitta, cercando la strategia vincente.

La sua recente scomparsa ha contribuito a un tam tam di ricordi, generazioni di studenti hanno raccontato una prof speciale, affidando sui social un pensiero. Che mantiene viva la prof  Emilia.

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright