Il punto sulla 15ma della Serie B (di G.Lanzi)

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

Giovanni Lanzi

 

di GIOVANNI LANZI
Giornalista temporaneamente senza carta

 

Clamoroso al ‘Tombolato’ di Cittadella: nell’anticipo della 15.a giornata di serie B i granata di Venturato devastano il Verona con il punteggio di 5-1 e balzano provvisoriamente al 2° posto, sopravanzando il Frosinone di 1 punto. Sfida all’inglese sotto il diluvio. Pazzini illude al 1’, poi sotto Giove Pluvio arriva la grandinata di granata favorita dal portiere-citofono Nicholas autore di almeno 3 papere da torneo dei bar. Nella sfida a distanza Litteri (doppietta) vince il duello con Pazzini. Il secondo ko consecutivo del Verona (9 gol incassati in due gare) manda sul banco degli imputati il tecnico Pecchia. Domenica 27 nel posticipo interno col Bari match della verità per gli scaligeri e per il tecnico di Lenola. L’impressione che qualcosa si sia rotto nel giocattolo gialloblu è concreta.

Succoso il programma di sabato in attesa di Novara-Frosinone di domenica (ore 17.30) e del quale renderemo conto a parte. I canarini per rispondere al Cittadella dovranno necessariamente allungare la striscia positiva. Nel frattempo anche Ascoli-Perugia che, in programma in un primo momento per sabato, è slittata di un giorno: infatti per la Lega prima si doveva giocare a San Benedetto, poi a Pescara e infine… ad Ascoli ma non è dato sapere in quali condizioni di agibilità di una struttura inagibile.

Tornando alle gare di sabato si comincia da Avellino-Pisa dove entrambe hanno bisogno di ossigeno. Anche in questo caso le due formazioni sono reduci da altrettante sconfitte. Gli irpini scossi anche dalle voci di una cessione del club da parte del patron Taccone che chiede 6 milioni per la vendita della società. Il tecnico Toscano – senza Verde, Gavazzi e Molina – è perennemente sulla graticola – i tifosi lo hanno più volte contestato – ma al momento resiste. In casa neroazzurra Gattuso aspetta lumi sul fronte societario ma tra sabato e la fine della prossima settimana sa di doversi giocare tutto: se il 23 si sblocca la vicenda del club ha un senso continuare, altrimenti ‘Ringhio’ ha già fatto capire in altre occasioni che non ci pensa due volte a togliere le tende.

Un guazzabuglio. Bari-Carpi è un altro appello per due squadre in netto ritardo. Anche se Colantuono è appena arrivato mentre Castori è alla terza stagione in biancorosso. Il tecnico romano si affiderà di nuovo al 4-3-3. In dubbio Fedele (autore di un’autorete incredibile domenica scorsa), in ballottaggio con Martinho e Valiani. Out Monachello (operato), nel tridente De Luca, Maniero e Brienza. Tra gli emiliani in questi giorni si parla di un possibile rientro del centrocampista offensivo Concas (quasi due anni di assenza per doping). Tra gli emiliani out Crimi, torna Lollo mentre Castori ha convocato l’ex canarino Blanchard rimasto fuori con l’Avellino perché ritenuto non in condizione. Il ds Romairone pensa al mercato: ha messo gli occhi intanto sulla punta Carletti della Pergolettese, 6 gol finora.

Latina-Salernitana è un’altra sfida da attenzionare. Sannino cerca di chiudere i boccaporti della difesa (16 reti incassate, 16 realizzate), Vivarini spera che il contraccolpo dell’operazione ‘Olimpia’ (il patron Maietta rischia l’arresto e il club la nebulizzazione, potrebbe fare marcia indietro il commercialista di Anzio, Nuzzi, interessato all’acquisto) non ricada sulla squadra reduce dalla vittoria di Vicenza. Neroazzurri comunque imbattuti in casa, osservato speciale il rapidissimo Acosty. La Salernitana reduce dal 4-2 in rimonta con la Ternana deve aiutare il tecnico Sannino a ritrovare la vittoria esterna: il trainer di Ottaviano Vesuviano non riesce a guidare al successo esterno una sua squadra dalla stagione 2014-15. L’ultima volta risale a quando con il Watford (Championship League inglese), vinse il 19 agosto 2014 in casa del Roterham United per 0-2. Ma i granata dovranno prima di tutto… entrare in campo dal 1’, visto l’andamento ‘ritardato’ fin qui tenuto.

Momento storico per il Benevento. Ha visto convocati dal ct azzurro Ventura due suoi giocatori per la prima serie di ‘stages’. E’ arrivata la chiamata per il portiere Cragno, scuola-Brescia. E per l’attaccante Ciciretti. I sanniti ospiteranno il Brescia per bissare il successo casalingo con il Cittadella. Divieto di trasferta per i tifosi lombardi. Tra le rondinelle c’è il rientro di Minelli tra i pali. Il Cesena di Camplone guarda con fiducia alla gara di La Spezia e si gode la convocazione dell’attaccante Garritano nello stage azzurro.

Pro Vercelli-Vicenza è match-salvezza, l’Entella dell’ex Breda a Terni troverà un clima da ultima spiaggia. Infine l’ultima parte della coda della 15.a giornata presenta Trapani-Spal con gli emiliani a caccia della quarta vittoria di fila e la squadra di Cosmi che deve dare seguito al pari di Perugia per lasciare l’ultimo posto.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright