Longo non guarda la classifica e mette nel mirino il Perugia (di A. Salines)

Foto copyright Frosinone Calcio
Alessandro Salines

Lo sport come passione

SALA STAMPA / La gioia di Terranova: “Gol importante, voglio condividere questo momento felice con i tifosi”

Longo, evviva l’onestà: «Il pareggio era il risultato
più giusto. Sabato a Perugia per capire i nostri limiti»

Il tecnico giallazzurro ammette le difficoltà avute: “Quando ho inserito forze fresche la squadra ha cambiato passo”

ASCOLI PICENO – “Il pari era il risultato più giusto”. Non fa fatica ad ammetterlo Moreno Longo in sala stampa dopo la vittoria conquistata dal Frosinone all’ultimo respiro. Evviva l’onestà insomma da parte del tenico giallazzurro che non si nasconde dietro i giri di parole come fanno molti suoi colleghi. Ma poi aggiunge: “Comunque dalla panchina avevo avuto la sensazione che nell’ultimo quarto d’ora avremo potuto fare il colpaccio e così è stato. Prima del gol, Ciano era andato vicinissimo alla rete. I ragazzi sono stati bravissimi a non disunirsi nei momenti di difficoltà”.

L’analisi della sfida rivelatasi molto difficile. “Abbiamo disputato un buon primo tempo – sostiene Longo – Beghetto sulla fascia sinistra è arrivato spesso al cross creando pericoli. L’Ascoli ci ha fatto soffrire, lo sapevamo. Nelle precedenti gare infatti non aveva demeritato. Soprattutto nel secondo tempo siamo stati in difficoltà anche perché avevamo giocatori che rientravano dal 1′. Quando ho inserito forze fresche è tornato l’equilibrio in campo”.

Sabato il Perugia al ‘Curi’. Gli umbri hanno perso a Palermo e sono scivolati al secondo posto. “Massimo rispetto per il Perugia – afferma il trainer – Ha una rosa forte, gioca bene. E’ una partita importante che si prepara come le altre, vogliamo confrontarci contro un’avversaria competitiva per cercare di capire i nostri limiti”.

Prove di fuga? Longo dice di no. “Dopo 5 giornate non si può guardare la classifica – puntualizza il mister – E’ un momento positivo, anche gli episodi vengono dalla nostra ma arriveranno i momenti negativi. La serie B è piena d’insidie. Bisognerà migliorare e lottare sempre e dovunque”. Un giudizio sui cambi effettuati. “Ho grande rispetto per la squadra ed era giusto che quei giocatori finora poco utilizzati potessero mettere minuti nelle gambe – dice Longo – Ero consapevole che potevamo avere qualche problema di tenuta ma nel finale con i tre innesti abbiamo le energie per vincere”.

ZONA MISTA. Il match-winner Terranova non sta nella pelle. “Un gol importante che vale il primato – sostiene il difensore – Restiamo comunque con i piedi per terra, archiviamo la vittoria e testa al Perugia”. La prodezza al 95′ ha regalato emozioni forti a Terranova. “La prima cosa che ho fatto è stata abbracciare i miei compagni e poi andare a condividere la mia gioia con i tifosi, perché meritano questa vittoria”, rivela il difensore-bomber che aggiunge: “Fa piacere questa classifica, ma il nostro unico pensiero adesso è il Perugia. Sarà una partita tosta per tutti e 90 i minuti”.

Mirko Gori, entrato nella ripresa al posto di Frara, non guarda la classifica: “Ora non ha senso, è ancora troppo presto ma questa vittoria pesa tanto. Sappiamo però che subito dovremo pensare solo al Perugia. Sarà un match tosto. Vengono da una sconfitta, ma restano secondo me tra le squadre più in forma di questo campionato. Noi andremo al ‘Curi’ per fare la nostra gara”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright