Grosso punta al record di Moriero e ad un’altra prova di forza

Domani sera trasferta a Benevento per restare a punteggio pieno. In Serie B solo una volta (nel 2009) i giallazzurri sono riusciti a vincere le prime 3 partite. Verso la conferma dell’undici che ha battuto il Brescia. Ciano ceduto ai sanniti e subito avversario

Alessandro Salines

Lo sport come passione

In 11 campionati di Serie B il Frosinone solo una volta ha vinto le prime 3 partite. Parliamo di 13 anni fa, stagione 2009-2010, i giallazzurri di Francesco Moriero s’imposero al debutto contro la Salernitana (1-2) e poi tra le mura amiche col Mantova (1-0) e di nuovo in trasferta a Lecce (1-3). Domenica sera al “Vigorito” di Benevento la squadra di Grosso potrebbe eguagliare questo record seguendo tra l’altro lo stesso percorso fuori-casa-fuori. Insomma un motivo d’interesse in più anche se Grosso non sembra tipo da collezionare primati e dare troppo peso ai numeri.

L’eroe di Berlino è un pragmatico e la sfida la vuole vincere per superare un altro step del percorso iniziato a luglio. Per alzare l’asticella. Dare forza al lavoro svolto finora. Confermare la crescita di un gruppo giovane e molto rinnovato rispetto alla scorsa stagione.

Profumo di partitissima

Camillo Ciano è passato ufficialmente al Benevento

Al di là delle posizioni di classifica che in questo momento lasciano il tempo che trovano la sfida del “Vigorito” deve ritenersi una sorta di big-match, di sicuro tra le gare più interessanti della terza giornata. Una gara tra l’altro accompagnata dall’incrocio di mercato che ha portato gli attaccanti Insigne in Ciociaria (contratto fino al 2024) e Ciano nel Sannio (figura già tra i convocati). Il fantasista di Marcianise lascia Frosinone dopo 5 stagioni, 180 presenze, 42 reti e 33 assist. E soprattutto un promozione in Serie A con 2 reti nella doppia finale vinta col Palermo. Insigne invece saluta il Benevento dopo 4 anni (132 gare, 27 gol e 23 assist) ed anche lui una promozione in A.

Le parole di Fabio Grosso sono significative. “E’ un avversario di grandissimo valore, sia nelle individualità che nel collettivo – ha osservato l’allenatore nella conferenza prima di partire alla volta della Campania – Il fatto che nelle prime due giornate abbia raccolto un punto non significa nulla, il Benevento è andato a fare risultato in casa del Genoa che sarà un campo molto complicato per tutti. Nella prima partita a Cosenza ha giocato un grande primo tempo e per un errore ha regalato la gara all’avversario. Conosciamo le difficoltà, dobbiamo presentarci al massimo dei nostri livelli. Così come ci siamo preparati”.

Sarà un match molto complicato dunque contro un Benevento che sarà motivatissimo per rompere il ghiaccio e trovare un po’ di tranquillità fondamentale per una squadra importante ed ambiziosa.

Caserta confermato, accelerata sul mercato

Fabio Caserta

L’avvio di campionato per il Benevento non è stato dei migliori e non solo per i risultati (1 punto in 2 giornate). Il tecnico Fabio Caserta è stato messo fortemente in discussione ed alla vigilia della trasferta di Genova sembrava spacciato con Daniele De Rossi pronto a subentrare. Poi il pari a “Marassi” ed una buona prova hanno restituito serenità almeno in apparenza. Confermata la fiducia a Caserta, il club ha impresso un’accelerata forte al mercato (presi Simy, Ciano, Veseli e Kubica).

Grosso comunque non guarda le fibrillazioni in casa Benevento. Anche la stagione scorsa è riuscito sempre a venire fuori dai momenti di crisi. “Sappiamo quello che troveremo – ha sottolineato – E’ una squadra che anche nel campionato passato ha avuto difficoltà. Ha dato comunque continuità tecnica, c’è un allenatore che stimo ed è una formazione che esprime grandi qualità”.

Il Benevento ha sempre dimostrato di saper reagire ai problemi e vorrà farlo anche domenica. Noi dobbiamo essere pronti a saper affrontare quelle difficoltà che avremo di fronte al pubblico di casa molto caldo. Dovremo contrastarli con le nostre qualità dal primo all’ultimo minuto. Con chi inizia e chi entrerà in corsa”.

Formazione che vince non si cambia

Luca Mazzitelli non ci sarà

Sono partiti alla volta del Sannio in 23. Gli stessi di domenica scorsa. I 3 neo acquisti (Mazzitelli, Sampirisi e Ravanelli) non sono stati convocati. “C’è bisogno di tempo. Luca (Mazzitelli, ndr) arrivava da un problemino, mentre Mario (Sampirisi, ndr) non ha avuto nessun problema ma è arrivato un po’ indietro di condizione – ha spiegato Grosso Cercheremo il prima possibile di rimetterli al livello dei compagni perché hanno grandi qualità tecniche ed umane riconosciute importanti per il nostro gruppo. Vengono ad integrare l’organico e siamo contenti di averli a disposizione”.

Salvo sorprese il tecnico dovrebbe ripresentare stesso undici e medesimo modulo (4-2-3-1). “Le partite fatte bene lasciano il segno in positivo ed anche qualche scoria – ha aggiunto – Noi abbiamo giocato una partita con grande ritmo ed intensità, nei giorni successivi qualche ragazzo ha accusato dei dolori, siamo usciti dal campo con acciacchi vari. Qualcuno si è allenato a parte ma credo di aver recuperato tutti. Se dovessimo essere al massimo della condizione, molto probabilmente riconfermeremo la squadra. Altrimenti abbiamo le soluzioni”.

Tra i pali andrà l’imbattuto Turati. In difesa dovrebbero giocare ancora Oyono, Lucioni (grande ex della sfida, 4 stagioni nel Sannio e la doppia promozione dalla Lega Pro alla Serie A), Szyminski e Cotali. In mezzo Boloca e Kone alle spalle dei trequartisti Rohden, Garritano e Caso. In attacco Moro anche se Mulattieri scalpita.

Caserta insisterà col 3-5-2

Letizia-Cotali, uno dei possibili duelli della partita

Il tecnico dei campani sembra aver fatto la sua scelta. Anche contro il Frosinone la squadra scenderà in campi con la difesa a 3 che sarà formata di nuovo da Capellini, Glik e Barba. Sulle fasce Letizia ed uno tra Improta (in vantaggio) e Masciangelo. Al centro il trio Karic-Viviani-Acampora. Coppia d’attacco Forte e più Farias che La Gumina che in settimana ha avuto problemi fisici. Come detto Ciano è già tra i convocati e potrebbe ritrovarsi subito contro i suoi ex compagni.

Caserta ha recuperato il greco Koutsoupias. Non ci sarà ovviamente Insigne passato come detto proprio al Frosinone nell’ambito dello scambio con Ciano. “Una gara difficile – ha commentato Caserta Sia come collettivo che individualmente, il Frosinone è una squadra molto forte. Dovremo essere bravi nelle coperture preventive perché giocano molto sull’errore dell’avversario. Bisogna affrontarla con la giusta concentrazione e attenzione. Dobbiamo concentrarci sulla nostra squadra e non sugli altri. Ciano è molto motivato ed è già con noi. Insigne lo ringrazio pubblicamente per quanto fatto”. 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright