Il ritorno di De Luca: “Ma con loro non voglio avere a che fare”

Fu rumorosa l'uscita ma è più fragoroso il rientro. Torna sulla scena politica l'avvocato Giuseppe De Luca. Rimane nel centrodestra. Ma non vuole più avere a che fare con chi lo ha indotto a lasciare la giunta. I nuovi scenari in vista delle elezioni

Paolo Carnevale

La stampa serve chi è governato, non chi governa

Torna. Ma non è detto che sia un bene per il centrodestra cittadino. Perché ha fatto già sapere che, se lo fa, la condizione è che certe persone se ne vadano: via dalle scatole. Le stesse persone che lo avevano costretto, solo poche settimane fa, ad andarsene con i crampi allo stomaco.

Ad Anagni la novità è questa. In vista delle elezioni comunali, c’è un’altra figura con cui gli elettori dovranno avere a che fare. E’ quella di Giuseppe De Luca.

Il ritorno di De Luca

Giuseppe De Luca

L’esponente di Anagni in comune si era dimesso qualche settimana fa, poco prima della presentazione del bilancio. Una mossa che aveva fatto molto rumore.

Soprattutto perché era stata spiegata, al di là dei motivi personali che erano stati utilizzati per giustificare il gesto, con una precisa dichiarazione. Relativa ai problemi di comunicazione che l’assessore aveva riscontrato all’interno della propria maggioranza. Problemi che avevano progressivamente reso il suo lavoro sempre più difficile, fino a optare per il clamoroso passo indietro. (leggi qui: La verità dell’ex assessore: “Molti si lamentano, io ho agito”).

Clamoroso per due ragioni: la prima di ordine tecnico, visto che l’assessorato al bilancio è uno dei più delicati di ogni giunta, perché di fatto chi ha quella delega è colui che maneggia i cordoni della borsa per poter indirizzare l’azione politica in città. La seconda di tipo politico. Perché, dopo il rimpasto che aveva portato alla sostituzione di Carlo Marino, con De Luca sembrava che la giunta Natalia avesse acquisito un professionista di vaglia, apprezzato anche e soprattutto dall’opposizione.

Via dalla politica… o no

L’Aula del Consiglio

Quindi le dimissioni avevano colto di sorpresa molti, se non tutti. De Luca, a suo tempo aveva dichiarato senza esitazione che quel gesto era un vero e proprio stacco da un mondo che, evidentemente, non sentiva più vicino.

Proprio per questo assume molto rilievo, soprattutto in vista delle prossime Comunali, la decisione di De Luca di tornare in gioco. Soprattutto perché, come ha detto lo stesso De Luca, la sua collocazione è e rimane la stessa: il campo del centrodestra, quello dei conservatori, a cui De Luca non ha mai fatto mistero di appartenere.

Ma con loro ho chiuso

Le condizioni poste dall’ex assessore, però, pongono, evidentemente, un problema politico. De Luca ha chiarito che con alcune persone nella maggioranza, non vuole più avere a che fare.

Correttamente, l’esponente di Anagni in Comune non ha voluto fare nomi, ma basta guardare nella squadra del governo Natalia per avere un’idea precisa degli elementi con cui De Luca aveva avuto più di qualche discussione.

Franco Fiorito e Giuseppe De Luca

Resta da capire, a questo punto, cosa accadrà. Le possibilità possono essere le seguenti: con Natalia ancora candidato a sindaco, il ritorno di De Luca significherebbe la ridefinizione di tutta una squadra di governo, più vicina alle condizioni poste da De Luca. Oppure potrebbe esserci una compagine di centrodestra che non vedrebbe però la figura di Natalia ( che in questo caso correrebbe alle Regionali) come candidato a sindaco, ma  un altro esponente.

C’è chi vede lo stesso De Luca in pole position in una coalizione sponsorizzata dall’ex sindaco Franco Fiorito, a cui De Luca è da sempre vicino politicamente ed umanamente.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright