Per il Campidoglio rispunta la Cirinnà. E il centrodestra è in alto mare

Nel centrosinistra però il profilo più forte resta quello internazionale di David Sassoli. Virginia Raggi si prepara già al ballottaggio. Mentre nel centrodestra Fratelli d’Italia e Lega hanno altre ambizioni.

Le elezioni comunali di Roma saranno probabilmente determinanti per dedurre come poi si snoderà la partita per le Politiche ed anche per le Regionali del Lazio. Ormai è chiaro che dopo l’election day del 20 e 21 settembre si comincerà a capire meglio quali saranno le mosse dei vari Partiti. Intanto però a sinistra spunta di nuovo il nome di Monica Cirinnà.

La Repubblica spiega: “Una parte del centrosinistra lavora alla candidatura della senatrice Monica Cirinnà, il cui nome circola da tempo e che sarebbe pronta a mettersi in gioco. Dal 1993 all’epoca Alemanno ( unica donna del Pd in consiglio comunale), ha passato vent’anni in Campidoglio e, una volta a palazzo Madama, si è costruita un profilo incentrato sulla difesa dei diritti civili. Il suo nome avanza in sordina, spinto tra le fila dell’attivismo sociale, dell’ambientalismo e del movimento delle donne. Intanto l’11 settembre Cirinnà sarà a Roma col minisindaco dell’VIII Municipio Amedeo Ciaccheri al Visionaria Fest”.

Roberto Gualtieri e David Sassoli

Si tratta di una ulteriore “freccia” nell’arco del Pd zingarettiano. Anche se il profilo più gettonato rimane quello “internazionale” del presidente del parlamento europeo David Sassoli. Poi c’è anche l’opzione del ministro dell’economia Roberto Gualtieri. (Leggi qui Sassoli o Gualtieri per Roma: dipende dalle Regionali).

La sindaca Virginia Raggi e i Cinque Stelle, invece, sono già proiettati ad un possibile secondo turno, al quale la Raggi è convinta di arrivare. Per potersi poi giocare la partita finale con il candidato del centrodestra. Non è un caso che tutte le mosse della Raggi guardino al ballottaggio. Perciò la prima cittadina sta cercando di spaccare il centrosinistra.

La vera anomalia, finora, è che il centrodestra non abbia ancora le idee chiare su chi candidare. Considerando la forza di Fratelli d’Italia nella Capitale, il nome di più forte sarebbe quello di Giorgia Meloni. La quale però, con i sondaggi che girano a livello nazionale, guarda alle future prospettive  di Governo. Potrebbe fare minimo il ministro dell’Interno. Se non addirittura il premier. E quindi non è interessata alla corsa al Campidoglio.

Giorgia Meloni

La Lega punta invece alla candidatura alla presidenza della Regione Lazio, con Claudio Durigon. E quindi sarebbe ben lieta di sfilarsi dalla corsa alla fascia tricolore a Roma. Per il momento i nomi più gettonati nel centrodestra sono quelli di Claudio Lotito e Flavio Cattaneo (che ha subito messo in chiaro la sua indisponibilità). Dopo l’election day si capirà meglio, ma intanto Virginia Raggi sta sfruttando bene le incertezze del centrodestra e del centrosinistra.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright