Quel caffè tra il sindaco e l’onorevole: ora è tregua

Tregua tra Anselmo Rotondo e Francesca Gerardi. Si sono visti nella sede della Lega. Ed hanno preso un caffè. La pace conviene ad entrambi. Ecco perché.

Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato”: il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo (Forza Italia) e l’onorevole Francesca Gerardi (Lega) si scordano il passato recente che li ha visti avversari alle elezioni Comunali di settembre. A mettere da parte incomprensioni personali e rivalità politiche è stato un caffé: che il sindaco è andato a sorseggiare nella sede cittadina della Lega in mattinata.

La Politica al centro

Anselmo Rotondo

Nessuna resa, nessun passo indietro. Su questo i due avversari sono stati chiari: nei mesi scorsi si sono affrontati in maniera leale anche se accesa, come è normale che avvenga in campagna elettorale. Lui su palchi del suo schieramento, lei su quelli contrapposti che candidavano come sindaco Riccardo Roscia. (Leggi qui La lezione delle Comunali / Pontecorvo).

Ora però le Comunali sono passate ed al centro torna la politica” si sono detti il sindaco e la vice coordinatore regionale della Lega.

Significa che Francesca Gerardi torna ad essere interlocutore per le necessità amministrative che dovessero essere necessarie a Pontecorvo e che fanno capo a Montecitorio. Anselmo Rotondo torna ad essere interlocutore per la ricostruzione del centrodestra unito in provincia di Frosinone.

Aria di elezioni per il sindaco

L’onorevole Francesca Gerardi

Ma la polpa sta da un’altra parte. A nessuno dei due conviene proseguire lo scontro. Perché entrambi hanno di fronte delle scadenze elettorali nelle quali fare squadra è più utile.

Francesca Gerardi non si ricandiderà alla Camera: le linee guida della Lega sono chiare. Con i 350 posti da tagliare tra Camera e Senato, gli ultimi arrivati dovranno farsi da parte. Si candiderà alla Regione. Anselmo Rotondo potrebbe far scattare un tacito patto di desistenza e non schierare altri candidati di Pontecorvo alle prossime Regionali, nel Centrodestra. In questo modo non drenerebbe preferenze alla deputata.

Allo stesso tempo, Francesca Gerardi potrebbe portare al tavolo Regionale del centrodestra la proposta che inizia a circolare da qualche settimana: Anselmo Rotondo come candidato unitario del centrodestra alla presidenza della Provincia di Frosinone quando sarà scaduto il mandato di Antonio Pompeo.

Per ora è un caffè. Che ha portato alla tregua. Per l’alleanza e le strategie insieme la strada è lunga. Ma è in discesa.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright