Signori, in carrozza: Ferrovie investe 16 miliardi nel Lazio

Presentato il piano industriale di Gruppo FS Italiane. Previsti 16 miliardi di investimenti. Ecco dove e per cosa

Sedici miliardi per i treni nel Lazio: è l’investimento che farà il Gruppo FS Italiane nel periodo 2022-2031. A rivelarlo è il Piano Industriale presentato oggi a Roma dalla presidente Nicoletta Giadrossi e dall’Amministratore Delegato Luigi Ferraris.

L’investimento verrà distribuito su quattro i nuovi poli di business: ‘Infrastrutture’, ‘Passeggeri’, ‘Logistica’ e ‘Urbano’.

POLO INFRASTRUTTURE

La stazione ferroviaria di Cassino

Gli investimenti previsti per le infrastrutture ferroviarie nel Lazio ammontano a 4,5 miliardi di euro. Si realizza finalmente il progetto immaginato trent’anni fa dal manager fiuggino Lorenzo Necci: l’anello ferroviario di Roma. È un intervento strategico che andrà a vantaggio di tutti i viaggiatori abbattendo i tempi di spostamento.

L’anello chiuderà al suo interno la Capitale, sarà una buona alternativa per evitare il traffico cittadino e permetterà di istituire nuovi servizi metropolitani. Ad esempio? Nascerà un nodo di interscambio fra le linee regionali con Cassino (FL6), i Castelli (FL4), la Roma-Viterbo (FL3), la Orte – Roma – Fiumicino Aeroporto (FL1), la linea C della metropolitana di Roma.

Alcuni municipio avranno l’accessibilità diretta ai servizi ferroviari; ci sarà una migliore integrazione della rete anche con l’interscambio a Tor di Quinto con la linea Roma – Viterbo gestita da ATAC; nuove funzioni di interscambio con la fermata di Val d’Ala.

La realizzazione della fermata comporterà interventi di riqualificazione urbana con la creazione di aree verdi a disposizione dei cittadini.

Foto © Marco Cremonesi / Imagoeconomica
Potenziamento Infrastrutturale Roma Tiburtina

È previsto il potenziamento di Roma Tiburtina. Gli interventi prevedono la richiusura dei binari 2 e 3 EST sulla linea ‘merci’ Bivio/PC Nuovo Salario – Roma Tiburtina. In questo modo si creeranno le condizioni infrastrutturali per il prolungamento dei servizi FL2 da Roma Tiburtina a Val D’Ala, in coerenza con quanto previsto nell’accordo quadro del trasporto pubblico locale con Regione Lazio. –

Quadruplicamento Capannelle-Ciampino

L’opera prevede la realizzazione di una nuova coppia di binari di circa 5 km fra Ciampino e Capannelle. Una coppia di binari sarà destinata ai treni della linea per Cassino, mentre l’altra verrà utilizzata dai treni per i Castelli, creando le condizioni infrastrutturali per un incremento della capacità.

Raddoppio Lunghezza Guidonia

Gli interventi consistono nel raddoppio di circa 10 km della linea tra Lunghezza e Guidonia. Oltre all’intervento infrastrutturale è previsto l’upgrade tecnologico della linea. Tale progetto consentirà di incrementare la capacità della linea e di prolungare il servizio metropolitano da Lunghezza a Guidonia con una frequenza di 15 minuti.

Sono previsti inoltre interventi sulla viabilità, l’eliminazione dei passaggi a livello e la realizzazione di parcheggi di interscambio nella nuova stazione di Guidonia Collefiorito e a Bagni di Tivoli.

Raddoppio Cesano-Bracciano

Il raddoppio tra le stazioni di Cesano e Bracciano sarà fatto in parte in affiancamento al binario esistente e in parte in variante di tracciato per 16 km. L’intervento, che prevede l’eliminazione di tutti i passaggi a livello, consentirà di creare le condizioni infrastrutturali per un incremento dei servizi, migliorare le prestazioni, ridurre i tempi di percorrenza e aumentare la regolarità della circolazione.

FOTO © CARLO LANNUTTI / IMAGOECONOMICA
Raddoppio Campoleone-Aprilia

Il progetto prevede il raddoppio della tratta Campoleone-Aprilia di circa 6 km. Ci sarà l’adeguamento degli apparati di gestione della circolazione e dei sistemi di informazione al pubblico. Questo intervento porterà all’incremento della capacità della linea, della regolarità di esercizio e delle prestazioni, nonché il miglioramento dell’accessibilità al servizio da parte della clientela e la riduzione dei tempi di percorrenza.

Potenziamento Infrastrutturale Roma Tuscolana

Il progetto prevede interventi per ridurre i colli di bottiglia in stazione e ad incrementare la capacità nella tratta Roma Tuscolana-Roma Tiburtina.

Potenziamento Infrastrutturale collegamento con Fiumicino Aeroporto

Il progetto prevede: a) il quadruplicamento della linea tra Ponte Galeria e Fiumicino Aeroporto, con realizzazione dei collegamenti infrastrutturali tra la tratta Maccarese-Aurelia e la tratta Maccarese-Ponte Galeria; questo consentirà l’immissione sulla nuova linea quadruplicata;

b) il potenziamento della stazione di Fiumicino Aeroporto mediante la realizzazione di due nuovi binari e il rifacimento della copertura di stazione. Grazie a questi interventi l’offerta da/per Fiumicino Aeroporto potrà essere ampliata e migliorata.

Per quanto riguarda le infrastrutture stradali, gli investimenti nella regione ammontano a 2,73 miliardi di euro.

Gli interventi principali riguardano la SS4 e l’adeguamento a 4 corsie dal km 36 al km 70; la SS675 da Monte Romano est a Civitavecchia; il potenziamento degli svincoli del GRA e la variante di Formia.

POLO PASSEGGERI

Per quanto riguarda il trasporto passeggeri gli investimenti totali sono pari a 1,3 miliardi di euro. Si contano 72 treni di cui 65 rock, 12 a 5 casse e 53 a 6 casse, 3 bimodali, 4 complessi a 200Km/h, più 2 locomotive diesel.

Saranno attivati nuovi servizi come il collegamento di Vigna Clara e sarà fatto un consistente potenziamento dell’offerta in vista del Giubileo del 2025.

POLO LOGISTICA

Il polo di servizi di logistica integrata prevede investimenti pari a 7,4 miliardi di euro.

Sono previsti interventi a Pomezia, Roma San Lorenzo e Roma Smistamento. Il potenziamento di Pomezia prevede la riqualificazione dei magazzini esistenti (20.000 mq), e l’estensione del modulo dei primi due binari del fascio.

A Roma San Lorenzo verranno riqualificati i magazzini esistenti e a Roma Smistamento verrà fatta attività di manutenzione straordinaria.

POLO URBANO

Per quanto riguarda il polo urbano sono previsti 95,3 milioni di investimenti per la valorizzazione di 2,2 milioni di mq.

I principali progetti riguardano: Roma Tiburtina, Roma Tuscolana, Roma Termini e Roma Trastevere. Le iniziative più importanti previste sono: il Concorso internazionale ‘C40 – Reinventing cities’ (Appia Antica-Casal Rotondo); la nuova variante urbanistica di Civitavecchia; i progetti di rigenerazione urbana a Frosinone e i progetti di forestazione su aree dismesse.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright