Zingaretti sempre in testa. Ma il Parlamento è un’altra cosa

I sondaggi Index Research diffusi da Piazza Pulita su La7 confermano il largo vantaggio di Zingaretti. Situazione diversa invece nei collegi per Camera e Senato.

NEI SONDAGGI NICOLA SEMPRE IN TESTA

Nicola Zingaretti è in vantaggio di dieci punti percentuali sul candidato del centrodestra, Stefano Parisi. Terza la pentastellata Roberta Lombardi staccata dal governatore di 11,5 punti. Il sondaggio in questione è quello elaborato da Index Research diffuso ieri sera nel corso della trasmissione televisiva Piazza Pulita e riguarda il gradimento dei candidati alla presidenza della Regione Lazio.

 

Il presidente uscente è accreditato al 37% delle preferenze. Dieci punti sotto c’è l’esponente di Energie per l’Italia Parisi, al 27%. Poi la candidata del M5S al 25,5%. Per Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, infine, un consenso pari al 7,5%.

«Quando mancano ormai solo due settimane al voto, tutti i sondaggi concordano nell’indicare in Nicola Zingaretti il candidato che attrae piú consensi tra i cittadini del Lazio. – scrivono in una nota dal Comitato elettorale del governatore –  A conferma della credibilitá conquistata in cinque anni di lavoro, ma anche di una campagna elettorale che sta coinvolgendo tantissime persone e comunitá sulle idee e sulle proposte per il futuro del Lazio».

 

COALIZIONI: COMANDA IL CENTRODESTRA

Diverso è l’andamento delle coalizione che vede, sempre secondo i dati elaborati da Index, il centrodestra saldamente al comando con il 33% delle rilevazioni e il centrosinistra al 27,1%.

 

CAMERA E SENATO

Nelle ore scorse un altro sondaggio ha confermato anche la tendenza registrata già nelle settimane passate: quella relativa ai Collegi uninominali per Camera e Senato.

Il dato è quello pubblicato dal Corriere della Sera. Continua ad assegnare – senza ombra di dubbio – al centrodestra i due collegi della Provincia di Frosinone (Camera Frosinone e Camera Cassino) ed i due collegi dell Provincia di Latina (Camera Latina e Camera Terracina – Golfo).

Una conferma arriva poi dal sito Rosatellum.info, messo in rete da un gruppo di studiosi legati a Quorum, YouTrend e Reti. Ha elaborato un’analisi collegio per collegio basata su sondaggi, serie storiche e trend. Quei dati sono in grado di determinare quanto un collegio sia ‘sicuro’ e quanto sia incerto, i collegi nei quali la differenza tra le prime due coalizioni è inferiore al cinque per cento dei voti.

 

In base alla piattaforma, nei collegi ‘sicuri’ i margini per ribaltare il risultato sono davvero limitati. Gli altri invece sono ‘contendibili’ cioè un candidato o una campagna azzeccata possono cambiare il corso delle cose.

 

Anche secondo Rosatellum.info i quattro colleghi del sud Lazio sono blindati, per il centrodestra.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright