L’acuto dei tre tenori resta strozzato in gola ed il Frosinone s’arrende (di A. Salines)

Foto: copyright Frosinone Calcio, tutti i diritti riservati

Bardi stoppa Han e tiene il Frosinone in partita. L'arbitro ed un super-Rosati fermano Dionisi. Ciano e Daniel Ciofani con le polveri bagnate Un'altra partita di spessore per Gori che sfiora anche il gol del pari con un tiro dalla distanza

Alessandro Salines

Lo sport come passione

PODIO & CONTROPODIO / Bardi stoppa Han e tiene il Frosinone in partita
L’arbitro ed un super-Rosati fermano Dionisi
Ciano e Daniel Ciofani con le polveri bagnate

 

PODIO

BARDI. Sul gol può fare poco. Di Carmine batte praticamente un rigore in movimento. Nella ripresa è protagonista. Prima anticipa con un’uscita coraggiosa Buonaiuto pronto ad intervenire sul cross basso di Han. Poi il portiere giallazzurro si supera salvando la rete sul colpo di testa ravvicinato del bomber nordcoreano. Una parata decisiva che tiene il Frosinone in partita fino alla fine. Molto sicuro.

GORI. Un’altra partita di grande sostanza con punte di qualità. Deve raddoppiare gli sforzi per sopperire all’uomo in più che il Perugia schiera in mezzo al prato. Il mediano giallazzurro lavora una miriade di palloni, recupera ed imposta il gioco. In costante crescita. Vicino alla rete nel secondo tempo con un destro al cianuro che impegna severamente Rosati.

DIONISI. Non segna soltanto perché trova un Rosati in giornata di grazia ed un arbitro che lo ferma per un fuorigioco inesistente mentre filava via verso la porta. E’ uno degli ultimi ad arrendersi. Nel primo tempo parte molto largo a sinistra ed è una spina nel fianco dei difensori perugini, in particolare di Del Prete. Molto pericoloso nella ripresa: avrebbe meritato il gol che cerca disperatamente dopo i tre turni di squalifica.

CONTROPODIO

CRIVELLO. Rientra dal 1′ dopo il turnover di Ascoli. Molto propositivo in fase di spinta, soffre maledettamente in copertura. Sulla fascia di sua competenza spesso e volentieri deve incrociare i tacchetti con il rapido Han e sono problemi. Sbaglia tra l’altro qualche cross di troppo. Perde smalto nella ripresa e viene sostituito da Beghetto.

CIANO. Se ad Ascoli il suo ingresso in campo era stato addirittura devastante, oggi a Perugia il fantasista campano non incide. Fallisce nel primo tempo la chance per pareggiare con un tiro debole controllato da Rosati. Anche nel secondo tempo ha un’occasione che poteva e doveva sfruttare meglio. Non trova spazi e patisce l’aggressività degli avversari.

DANIEL CIOFANI. A Perugia è un ex sempre molto temuto. Ed anche stavolta gli umbri gli riservano un trattamento particolare. Volta e Monaco lo ingabbiano con una marcatura molto dura. Senza esclusioni di colpi. Daniel ovviamente non si spaventa e lotta ma non riesce a graffiare. Ci sarà tempo e modo per rifarsi.

Foto: copyright Frosinone Calcio

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright