Francesco Scalia

Correnti del Pd, lotta continua in Ciociaria

Con l’elezione di Enrico Letta alla segreteria nazionale non cambierà nulla in provincia: Antonio Pompeo continua a lamentare una gestione collegiale del partito che Francesco De Angelis non concederà mai. La storia di un partito mai nato.

2 Condivisioni

Il filo tra il risultato del 2018 ed i sottosegretari del 2021

Ilaria Fontana (Cinque Stelle) riporta la Ciociaria al Governo dopo 20 anni (la nomina di Gian Franco Schietroma negli esecutivi Amato e D’Alema). La Lega piazza ancora Claudio Durigon nei posti che contano. Questo perché tre anni fa trionfarono pentastellati e leghisti, anche dalle nostre parti. Pd e Forza Italia a bocca asciutta per gli errori commessi in questo territorio. Ma hanno riflettuto in tre anni?

2 Condivisioni

Pd, tutto è franato nel 2012 a Frosinone: da lì si riparte

Si continuano a rincorrere appelli e tentativi sulla carta. Ma forse è arrivato il momento che Luca Fantini convochi tutti i protagonisti per trovare una soluzione vera. Perché si i Dem non ripartono nel capoluogo, nel resto della provincia non ci sarà nulla da fare.

2 Condivisioni

L’assoluzione di Scalia e il silenzio assordante del Pd

Nei giorni scorsi il Tribunale di Roma ha assolto Astorre, Scalia e altri 11 consiglieri regionali dall’accusa delle cosiddette “spese pazze”. Era tutto legittimo e “il fatto non sussite”. L’unico a complimentarsi pubblicamente è stato il segretario nazionale Nicola Zingaretti. Nessun riconoscimento “pubblico” dai leader locali del Partito Democratico. Ancora troppo ingombrante? E se tornasse?

2 Condivisioni

L’aeroporto “stoppato” e il volo interrotto di Scalia

Lo scalo civile a Frosinone avrebbe rappresentato una irripetibile occasione di sviluppo proiettata nel futuro. Ma come al solito la Ciociaria non seppe fare squadra. Mentre il ritiro dalla politica dell’ex senatore e presidente della Provincia rappresenta il fallimento delle strategie del Pd targato Renzi.

2 Condivisioni

L’aeroporto si doveva fare: assolti D’Amico e Picano

Chiuso il caso dell’Aeroporto di Frosinone. Assolti gli ex presidenti Giacomo D’Amico e Gabriele Picano: non ci fu peculato. Per l’accusa erano lì solo per sperperare denaro pubblico in quanto l’aeroporto non si poteva fare. Il processo ha dimostrato che erano lì in base ad una disposizione della Regione Lazio

2 Condivisioni