Giuseppe Golini Petrarcone

La Lega perde i giovani, che puntano il dito sui vertici

Le ‘young guns’ del Carroccio cassinate si dimettono in massa. Troppe ne hanno viste. Dai transfughi petrarconiani alla sfiducia a D’Alessandro che ha consegnato piazza De Gasperi a Salera. Con la ciliegina amara di Ciacciarelli e Gerardi che sotto l’abazia ‘non tirano’.

2 Condivisioni

Salera: «Mi chiamano pitbull ma azzanno solo per difendere Cassino»

Pratico perché abituato ai numeri e a volte ruvido, il sindaco di Cassino parla del futuro politico e dei retroscena del passato. Il distacco da Petrarcone. la riunione in cui si decise che il candidato doveva essere lui. L’incubo del Covid. E chi voleva cassino Zona Rossa. Un carattere difficile. Al punto che lo chiamano Pitbull

2 Condivisioni

Gli alfisti ed i 110 anni di un mito intramontabile

I 110 anni dell’Alfa Romeo e i personaggi nostrani che si sono innamorati di quel rombo. Dalla 164 di Petrarcone alla 1750 di Ferrara, dall’Alfretta di Patrizi alla Brera di Mastroianni. L’Alfasud di D’Alessandro o la GT Junior di Mamalci. E tantialtri ancora. Una storia che a Cassino trova un senso ancora più netto. Perché a Cassino le Alfa le fanno.

2 Condivisioni

Montecassino spilla la sua rivincita all’Albaneta

Presentata la birra dell’abazia. Che porta nella sua struttura artigianale un sogno che sa di riscatto. Per chi ci ha creduto fino alla fine. E per l’economia di un territorio che ha finalmente la sua quattro malti.

2 Condivisioni

Un anno di Salera, il sindaco che ha rotto (gli schemi)

Un anno fa Enzo Salera vinceva le elezioni comunali di Cassino. È stato l’inizio di una rivoluzione. Nella politica e nell’amministrazione. Che però è ancora a metà strada. Non solo a causa della pandemia. Gli esami per il sindaco iniziano adesso.

2 Condivisioni