Luciana Lamorgese

Perché Claudio Durigon non lascia ma raddoppia

Il Capitano Matteo Salvini ha fatto una concessione ai “colonnelli” Giorgetti e Zaia, ma da adesso in poi la partita nella Lega cambia. E il ruolo politico interno di Claudio Durigon è destinato a rafforzarsi, anche nell’ambito della campagna del centrosud. Si illude chi pensa che possa aprirsi anche il fronte del coordinamento regionale del Lazio

Portelli: «Sempre le solite pastoie». Caligiore: «Non è colpa nostra»

Il prefetto di Frosinone si spazientisce e diffida il sindaco di Ceccano ad avallare i documenti contabili del 2020 entro il prossimo 31 agosto. Il rendiconto verrà approvato tra una settimana. Per il bilancio di previsione ci sarà tempo fino al 15 settembre. Ma per Sua Eccellenza «è incredibile che l’amministrazione comunale sia sempre nelle stesse pastoie». E il primo cittadino non se la tiene

Durigon, Littoria, il fascismo e il Capitano

Perché il sottosegretario al Mef della Lega è diventato un bersaglio grosso. Salvini bombarda Lamorgese, Conte e Letta spezzano l’assedio cannoneggiando il coordinatore regionale del Carroccio. Che però è diventato un problema: il Capitano lo difenderà, ma sarà l’ultima volta. Ecco perché.

Si vota in 24 Comuni e alla Provincia: la rivoluzione

Il 3 e 4 ottobre alle urne tanti centri della Ciociaria, tra un mese la presentazione delle liste. Ad Alatri e Sora le partite che cambieranno gli assetti sotto ogni punto di vista. Centrodestra e Pd giganti fragili. Ma a dicembre si rinnova anche il consiglio provinciale. Può succedere di tutto. Candidati, alleanze, strategie e “tradimenti”: sarà una corrida.

Dopo il default Villa a Formia arriva ‘Equilibrator’

L’ultima parola sull’amministrazione comunale di Formia la pronuncerà il dirigente del Viminale Maurizio Alicandro. Il prefetto lo ha scelto come commissario ad acta sugli equilibri di bilancio mancati dall’amministrazione. Se boccia i conti cade l’amministrazione

Meloni sorpassa Salvini a destra, ora la leadership della coalizione è contendibile

Anche Le Monde incorona la numero uno di Fratelli d’Italia, che risponde al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese sull’emergenza odio. E ancora una volta il Capitano Matteo Salvini deve rincorrere. A livello locale Massimo Ruspandini e Francesco Zicchieri destinati ad una “competizione” senza esclusione di colpi.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright