A colpi di maglio Affondo Democrat contro i 5 Stelle (di C. Trento)

Il segretario provinciale Domenico Alfieri: «All ’onorevole Frusone sta bene la crisi dell’economia». Sottolinea: le scelte del Governo hanno fatto crollare le vendite Fca del 22%

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

«Evidentemente all’onorevole parlamentare grillino Luca Frusone la situazione di crisi profonda dell’economia italiana sta bene così. Gli sta bene il Pil a zero, gli sta bene la crisi delle esportazioni, gli stanno bene i turni di cassa integrazione a Piedimonte San Germano, gli stanno bene i dipendenti dell’indotto Fca in crisi vera». Affonda il colpo Domenico Alfieri, segretario provinciale del Pd. Intervenendo dopo la risposta del deputato Luca Frusone (5 Stelle) al presidente del Consiglio Regionale Mauro Buschini (leggi qui «Questo Governo sta penalizzando la nostra provincia»).

Il tema è quello dell’automotive e della crisi dell’economia provinciale. Spiega Alfieri: «Il presidente di Unindustria Giovanni Turriziani ha lanciato un allarme serio sul sistema economico della nostra provincia ((leggi qui Economia, ora è allarme rosso) richiamando la classe politica nazionale. Parole su cui riflettere, ma ridurre un confronto serio a livello di piccola polemica, come fa Frusone, è uno schiaffo ai problemi dei cittadini».

Poi Alfieri continua: «Buschini ha detto che l’ecotassa sulle auto ha colpito ancor più duramente l’Italia e la produzione nazionale perché non eravamo pronti all’ibrido, sia per la rete elettrica di ricariche, sia perché la stragrande produzione di auto ibride ed elettriche è straniera e non italiana. Frusone dice in sostanza che questo a lui non interessa, che non è colpa dei 5 Stelle se Fca non ha in passato investito nell’elettrico. Ma che risposta è? Peccato che lo stabilimento Fca di Piedimonte subisca questa scelta del governo (votata anche da Frusone), peccato che lavoratori italiani, e non coreani o giapponesi, vengano licenziati, peccato che come ha detto giustamente Buschini, certi passaggi tecnologici (dal diesel all’ibrido) potevano essere fatti gradualmente e non con l’accetta. Le scelte assurde di questo governo hanno fatto crollare le vendite di Fca del 22%, Frusone politicamente alza le spalle e dice che non è colpa sua. Ma è assurdo, vengono penalizzati i lavoratori italiani, le produzioni degli stabilimenti italiani e quindi l’indotto».

Prosegue il ragionamento Alfieri: «Questa maggioranza che si preoccupa tanto dell’occupazione ha tagliato l’iperammortamento, strumento voluto dai governi del Pd che ha portato sgravi alle imprese e aiutato il sistema produttivo italiano. Frusone ha bisogno di un navigator evidentemente, perché sembra che abbia letto solo il blog del Movimento 5 Stelle. Nel suo intervento, inoltre, dà ragione a Buschini sull’importanza dell’iperammortamento. Ma come, Lega e 5 Stelle hanno fatto di tutto per tagliarlo, lo hanno criticato, distrutto. E questo nonostante gli allarmi delle associazioni di categoria, coloro che creano lavoro, che fanno crescere le nostre economie, in primis quella di Frosinone e della sua provincia, che vivono di industria. E oggi Frusone favoleggia di portare questo sgravio per l’acquisto di beni strumentali e digitalizzazione delle imprese, al 270%. Quindi, prima lo hanno tolto perché era sbagliato, mentre ora raccontano la favola che lo vogliono quasi raddoppiare».

Incalza Alfieri: «Onorevole Frusone, capisco le difficoltà di giustificare che avete massacrato il prodotto interno lordo italiano, che le imprese scappano, che sono crollati i consumi e che l’unico incremento Istat (legga bene i numeri onorevole, non solo il blog) è delle partite Iva, perché la Lega ha messo la detassazione e quindi un co.co.co ci prova e apre la partita Iva. Ma non avete creato nuovi posti di lavoro. Però dopo il Pil a zero, il mandato zero e la fiducia a zero, forse qualche riflessione critica potreste farla».

Argomenta Alfieri: «Il governo del fallimento ha creato un debito inutile e Frusone parla dei navigator e del reddito di cittadinanza. La media delle card del reddito è di 200 euro e non di 780 come promesso per anni, avete sbagliato i conti delle previsioni, tanto che i soldi sono fermi all’Inps. Frusone sa che i navigator per cui avete con mesi di ritardo sbloccato le risorse poi devono far incontrare le domande di lavoro con l’offerta? Sa che la piattaforma web prevista dalla legge voluta dai 5 Stelle non funziona e c’è un grave ritardo su questo?»

«Sarebbe stato sufficiente dare un’occhiata ai numeri ufficiali, dell’Istat e di Anfia, sulle vendite delle auto, per capire che l’ecotassa ha pesato il doppio sul mercato italiano, e quindi sulla catena del settore auto che vale 10.000 posti di lavoro nella provincia di Frosinone. La crisi europea noi la paghiamo il doppio. Questo ha detto Buschini, ma per l’onorevole pentastellato va bene così. Parli con i nostri sindaci onorevole Frusone, chieda, se il numero di persone che chiedono una mano, un contributo per fare spesa, per comprare pane e latte o che bussano in Comune per un lavoro in questo anno è diminuito o invece aumentato. Esca dalla piattaforma Rousseau, faccia questa semplice domanda ai nostri amministratori e poi parliamo di Piedimonte San Germano che dobbiamo, senza divisioni politiche, tutelare e valorizzare».

*

Leggi tutto su

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright