Mauro Buschini

Il sospetto è l’anticamera della calunnia. Non della verità

Bruno Astorre finisce sotto attacco perché la sua futura moglie concorrerà a sindaco di Frascati. Dopo le dimissioni di Mauro Buschini nel Pd si è scatenata una caccia alle streghe che vede nel mirino Goffredo Bettini, Daniele Leodori e lo stesso Nicola Zingaretti, che però non se ne è reso conto.

2 Condivisioni

La politica a trazione nordista, il cassinate ininfluente

Dalla Lega al Pd, passando per Fratelli d’Italia, Movimento Cinque Stelle e perfino Forza Italia. A dare le carte sono gli esponenti dell’area settentrionale della provincia. Cancellata la supremazia targata Angelo Picano e Anna Teresa Formisano.

2 Condivisioni

Perché il Pd si è autocongelato in Ciociaria?

La vicenda del concorso di Allumiere durerà per molto tempo e in tanti se ne stanno occupando. Il Partito Democratico provinciale appare anestetizzato e fermo su tutto. Ma ci sono elezioni e appuntamenti importanti da affrontare. E le dimissioni da presidente del consiglio regionale di Mauro Buschini non sono state né capite né seguite.

2 Condivisioni

Aperturisti e chiusuristi come guelfi e ghibellini

L’abbiamo buttata in caciara ancora una volta. Come sempre: divisi tra Guelfi e Ghibellini anche su un tema serissimo come le riaperture e le chiusure. È lo stesso accaduto al dibattito nel M5S che alla fine è imploso dicendo addio al sogno della democrazia digitale. Precipitiamo in un clima da eterna campagna elettorale. Ma nel frattempo nessuno affronta i problemi, organizza. È quello che invece la politica dovrebbe fare.

2 Condivisioni

L’insostenibile leggerezza delle classi dirigenti

Il silenzio non può essere una strategia quando ci sono problemi seri. Quando il sistema industriale ha bisogno di una prospettiva per sopravvivere ma nessuno la traccia. Quando la pandemia cancella migliaia di vite ma i sindaci sono buoni solo a contestare se il Comune vicino ha avuto un hub. E non pensa invece a fare squadra

2 Condivisioni

La gogna spacciata per libertà di stampa

Il rischio di trasformare la Giustizia in inutile gogna. Attraverso taglia e cuci suggestivi: condannati dalla Cassazione. In politica può essere utile sul momento. Ma poi avvelena l’aria per l’intero sistema. E spiana la strada ai nemici della buona politica.

2 Condivisioni