Buschini, Battisti e Ottaviani: i protagonisti della politica che verrà

I due consiglieri regionali del Pd e il sindaco di Frosinone della Lega hanno una visione di territorio. Saranno destinati ad incrociarsi prima o poi, ma non prima di aver “combattuto” nella trincea delle comunali. Da Frosinone ad Alatri.

Mauro Buschini e Sara Battisti nel Pd,  Nicola Ottaviani nel centrodestra. Sono questi in prospettiva i protagonisti della futura vita politica ciociara. Certamente il senatore Massimo Ruspandini (Fratelli d’Italia), il deputato Francesco Zicchieri (Lega) e altri eserciteranno un ruolo predominante nel breve periodo, soprattutto sul versante delle candidature e degli accordi, ma su come sarà questa provincia tra qualche anno bisognerà marcare stretti i tre nominati all’inizio.

Mauro Buschini e Sara Battisti, da consiglieri regionali, stanno condividendo il programma di Nicola Zingaretti: investimenti sul digitale, sulla formazione, sulle infrastrutture.

NICOLA OTTAVIANI FOTO © STEFANO STRANI

Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani da anni insiste sulla necessità di collegamenti veloci, specialmente con Roma. La possibilità di fermate dell’Alta Velocità (e soprattutto della stazione) hanno reso evidente la strategia di Ottaviani: lo sviluppo passa attraverso le opere pubbliche. Infatti ha accelerato per il rifacimento della stazione di Frosinone.

Mauro Buschini non avrà problemi ci ricandidatura la prossima volta. Semmai dovrà decidere se continuare ad insistere per la Regione o se cercare il grande salto alla Camera, magari proprio con Nicola Zingaretti. Stesso discorso per Sara Battisti.

Per Nicola Ottaviani è diverso: lui la candidatura dovrà sudarsela e nella Lega non sarà semplice. Non soltanto perché la prima e ultima parola spetterà comunque a Francesco Zicchieri. Ma perché, con 345 parlamentari in meno dopo il plebiscito annunciato del referendum, si comprimeranno molti spazi.

Una visione del territorio Nicola Ottaviani l’ha sempre avuta. Il collegamento con Roma per lui è propedeutico ad una nuova vocazione della Ciociaria, come territorio di “appoggio pregiato” alle istanze della Capitale. Per i collegamenti ma pure sul versante degli acquisti immobiliari.

SARA BATTISTI E MAURO BUSCHINI

Quando si voterà per politiche e regionali? Se a settembre, qualunque sia il risultato dell’election day, il Governo resterà a galla, allora il 2023 sarà la data giusta. A scadenza naturale. In modo che questo Parlamento elegga, nei primi mesi del 2022, il nuovo presidente della Repubblica. Il che vuol dire che ci saranno molte elezioni comunali prima di quell’appuntamento. Fra le quali quelle di Frosinone ed Alatri. Fondamentali per il leghista Ottaviani e per il Democrat Buschini.

Poi potrebbero perfino arrivare a duellare direttamente per un posto da deputato. Quanto a Sara Battisti, rispetto ai “maschietti” ha il vantaggio delle quote rosa. Non è un elemento da poco.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright